Società italiana di farmacologia: Mugelli è il nuovo presidente

Cambio al vertice della Sif in occasione del 38esimo congresso nazionale. Alessandro Mugelli, dell’Università di Firenze, subentra a Giorgio Cantelli Forti per i prossimi due anni. Giorgio Racagni eletto per il 2019/2021

società italiana di farmacologia

La Società italiana di farmacologia (Sif) ha un nuovo presidente: Alessandro Mugelli, dell’Università di Firenze, prende il posto di Giorgio Cantelli Forti, che guidato la Sif negli ultimi due anni. Il cambio al vertice è avvenuto in occasione del 38esimo congresso nazionale della Società italiana di farmacologia che si è tenuto a Rimini dal 25 al 28 ottobre. Giorgio Racagni, dell’Università di Milano, è invece il presidente designato per il biennio 2019/2021.

“Il programma della Sif è scritto nel suo statuto e nelle sue finalità primarie”, ha commentato il neopresidente Mugelli, indicando comunque alcune priorità per il futuro della società scientifica: “Mantenere e accrescere la credibilità nazionale e internazionale della Sif; avere un impatto significativo e visibile sulle numerose sfide che coinvolgono il mondo del farmaco; mantenere una sana situazione finanziaria e favorire l’inserimento dei giovani nella vita della società”.