Nuovo codice etico per MedTech Europe dal primo gennaio

L'obiettivo è migliorare la compliance nel business delle tecnologie medicali, non solo in Europa, ma anche oltre i confini continentali

Ci sarà un nuovo codice etico per MedTech Europe (associazione delle industrie di tecnologia medica) dal primo gennaio. O per meglio dire si entrerà in una nuova fase. Il documento non riguarderà solo il business a livello europeo, ma anche oltre i confini continentali ci sono stati appoggi da importanti partner commerciali.

Migliorare la compliance a livello globale

A percorrere gli stessi passi di MedTech Europe anche altri importanti soggetti del panorama industriale mondiale. A cominciare da AdvaMed China, Mecomed e APACMed. L’obiettivo? Migliorare la compliance transfrontaliera e incentivare il dialogo tra gli enti del mercato mondiale.
Ma c’è di più. Le compagnie membri di MedTech Europe hanno introdotto nuovi requisiti di trasparenza nel codice. Ciò significa che non più tardi del 30 giugno 2018 saranno pubblici i dati su borse di studio, progetti educativi e ricerca medica.

Una qualità superiore

L’entrata in vigore a gennaio di quest’anno è figlia di un lungo percorso. Già a metà 2017 il Ceo di MedTech Europe, Serge Bernasconi aveva dichiarato che il nuovo codice etico avrebbe portato novità. “Il nuovo codice – aveva dichiarato l’ad – presenta una grande opportunità per uniformare e standardizzare la collaborazione di MedTech con le società di medici, gli ospedali e gli altri partner commerciali”.