Online il bando della terza edizione di eHealth4all

La partecipazione è gratuita. I candidati dovranno inviare entro il 15 marzo 2018 le schede dei progetti in forma elettronica. La selezione a cura del comitato scientifico avverrà entro metà aprile 2018

Pubblicato online il bando della terza edizione di eHealth4all. Dopo le app per rendere più sani gli stili di vita e dopo la lotta alle fragilità, il premio per il miglior progetto di prevenzione scommette sul dialogo tra sistemi intelligenti. Ma quest’anno i progetti, dallo strumento che aiuta nella gestione delle attività quotidiane ai sensori, dal telesoccorso agli screening a distanza, dovranno concentrarsi sull’innovazione e sulla ricerca di soluzioni originali.

La nuova edizione

L’edizione 2017-19 avrà come titolo “Prevenzione 4.0, tecnologie e soluzioni per la salute di oggi e di domani”. Il progetto si rivolge in modo particolare a strumenti semplici, anche da capire, per chi ne fruisce, ma con forte retroterra tecnologico. Ma anche capaci di far guadagnare tempo e di dare un valore aggiunto in termini di soddisfazione. Netconsulting Cube, sarà media partner. La partecipazione è gratuita. I candidati dovranno inviare entro il 15 marzo 2018 le schede dei progetti in forma elettronica alla segreteria ClubTI@Assolombarda.it. La selezione a cura del comitato scientifico avverrà entro metà aprile 2018.

I criteri di scelta

Alla base della valutazione ci saranno l’innovatività, la “misurabilità” degli effetti, la dimensione dell’utenza coinvolta, le potenzialità di sviluppo e l’allineamento agli standard del settore e alle Linee d’indirizzo nazionali per la telemedicina. I prescelti saranno presentati in un apposito convegno. Poi, ci sarà un anno di tempo per lo sviluppo e la misurazione dei risultati. Il premio finale consisterà in una targa che sarà consegnata a Milano a primavera 2019 nel corso di una manifestazione di rilievo nazionale.

La robotica

Grande attenzione sarà dedicata alla robotica. Al cognitive computing, all’utilizzo di IoT e dispositivi indossabili. Fino ad arrivare alle modalità innovative di comunicazione e all’uso di tecnologie opensource.

La prima edizione

L’esordio dell’iniziativa è stata pensata per Expo 2015 dando spazio all’innovazione Ict “made in Italy”. Sono stati selezionati dieci progetti finalisti, selezionati sulla base dei criteri d’innovatività tecnologica, misurabilità della prestazione e dei suoi effetti in termini di salute, dimensione del bacino d’utenza coinvolto e riproducibilità. I progetti sono stati monitorati per un anno per verificarne l’utilizzo effettivo. Il 9 giugno 2015, in un convegno tenutosi a Expo 2015, tra i sette progetti giunti alla valutazione finale è stato proclamato vincitore “Training and food game 4 all” di Asl Milano 2. L’idea si basava su piattaforma disegnata da giovani per studenti e docenti di scuole superiori milanesi orientata alla promozione di stili di vita sani. Altri riconoscimenti sono stati assegnati anche a Asl Milano 1 (premio innovazione di Regione Lombardia) e alla società Dedalus (premio obiettivo salute, del Comune di Milano).

La seconda edizione

A fine novembre 2015 è stata avviata la seconda edizione. Il premio ha puntato su temi legati alla salute degli anziani, di persone con disabilità e bambini. Ma anche a disturbi psicologici e sociali. Anche in questa occasione sono stati dieci i progetti finalisti. Nella cerimonia di premiazione il 15 giugno 2017, nella sede di Assolombarda a Milano, è stata incoronata applicazione digitale più efficace, “Infostranieri per la salute” di Ats Milano. Questa è un’applicazione indirizzata a cittadini di altri Paesi, che fornisce informazioni su medici e strutture, incoraggia le vaccinazioni e permette di effettuare un self test su alcune patologie di ritorno, tra cui la Tbc. Al secondo posto si è classificato il progetto “Badaplus”, della società omonima. Medaglia di bronzo a “BuonApp@Eat”, di APES Segrate.