M&A, Roche compra Flatiron Health per 1,9 miliardi di dollari

La multinazionale farmaceutica svizzera acquisisce il 100% dell'azienda newyorkese che sviluppa software per l'analisi di real world data in ambito oncologico. Nel 2016, la società di Basilea aveva già guidato un investimento di 175 milioni di dollari nella startup ottenendo il 12.6% delle azioni

Roche compra Flatiron

Roche compra Flatiron Health, una società newyorkese fondata nel 2012 che sviluppa software per l’analisi di big data e real world data in ambito oncologico. La multinazionale farmaceutica svizzera già deteneva il 12,6% del pacchetto azionario dell’azienda americana: entro la prima metà di quest’anno arriverà al 100%. Il valore dell’operazione è di 1,9 miliardi di dollari.

Perché Roche compra Flatiron Health

Flatiron Health, si legge in una nota di Roche Pharmaceuticals, continuerà a operare come entità indipendente. Il prodotto di punta della società acquistata è una piattaforma per lo scambio di informazioni sui pazienti oncologici utilizzata al momento da 265 cliniche specializzate nella lotta contro il cancro, sei centri di ricerca accademica di primo piano e 14 tra le prime 15 aziende attive in campo oncologico a livello globale. “La real-word evidence è una chiave importante per accelerare lo sviluppo e l’accesso a nuovi trattamenti anticancro”, ha detto il Ceo di Roche Pharmaceuticals, Daniel O’Day.

L’investimento nel 2016 della multinazionale svizzera all’interno di un round da 175 milioni di dollari

L’interesse per Flatiron Health da parte è cominciato già anni addietro, visto che la società di Basilea ha guidato un finanziamento Series C di 175 milioni di dollari nel 2016, che ha portato l’investimento complessivo sulla startup, precedente all’acquisizione, a 313 milioni di dollari. “Quel finanziamento ha dato il via a una partnership strategica con Roche Pharmaceuticals”, ha detto il Nat Turner, cofondatore di Flatiron Health, Zach Weinberg. “In quest’alleanza Roche è diventata un cliente di primo piano nonché il soggetto che propone la nostra piattaforma di real world evidence. Da allora ci aiuta a sviluppare i nostri prodotti e servizi. E a far progredire i nostri sforzi con la Fda e gli altri stakeholder. Continueremo ad assumere e trattenere con noi i migliori talenti. A costruire una cultura trasparente. E, cosa più importante, a combattere per ogni singolo paziente di cancro”.