Sofinnova, Silvano Spinelli nominato venture partner

La nomina arriva dopo vent'anni di collaborazione con il fondo francese. Il fondatore di Eos presiede ora BiovelocITA, acceleratore italiano di progetti innovativi biotech

Silvano Spinelli è stato nominato venture partner di Sofinnova, società di venture capital francese specializzata nelle bioscienze. Spinelli è presidente del consiglio di amministrazione di BiovelocITA, acceleratore biotech italiano.

Collaborazione ventennale

La collaborazione tra Spinelli e Sofinnova è ventennale. Alla fine degli anni ’90 Sofinnova ha investito in una delle società dello stesso Spinelli, Novuspharma, attiva nel campo oncologico. Successivamente c’è stata l’acquisizione da parte di Cell Therapeutics nel 2003. Nel 2006 Sofinnova ha creato Eos (Ethical oncology science) di cui Spinelli è stato presidente e ceo fino al 2013. In quell’anno l’azienda è stata acquisita da Clovis Oncology per 430 milioni di dollari. Infine la fondazione di BiovelocITA nel 2015 da parte di Spinelli e Gabriella Camboni, con l’appoggio di Sofinnova stessa. La società ha raccolto quindici milioni di euro dai fondatori e da investitori privati italiani e si occupa di sviluppare nuove realtà imprenditoriali in campo biotecnologico.

Un altro italiano in Sofinnova

Spinelli non è il primo italiano alla corte di Sofinnova. A maggio dell’anno scorso, l’investitore Graziano Seghezzi è stato nominato managing partner del venture capital francese a dimostrazione di quanto lo stesso Seghezzi aveva dichiarato: “L’Italia sarà strategica per i nostri investimenti biotech”. Sempre a tal proposito si ricorda la recente nascita del fondo Sofinnova-Telethon, con sede in Italia, che sarà operativo entro la fine del 2018. A beneficiare di questi finanziamenti, almeno 15-20 aziende biotecnologiche nostrane. Soggetti attivi in questa iniziativa sia Fondazione Telethon che Sofinnova partner.