Agenas riapre le iscrizioni per l’albo di esperti, collaboratori e ricercatori

Al via il nuovo avviso pubblico. Le aree di interesse sono otto: dall’ambito clinico alla trasparenza, dalla comunicazione al management. Adesioni in costante aumento

agenas

Agenas, l’agenzia per i servizi sanitari regionali, ha riaperto le iscrizioni all’albo di esperti, collaboratori e ricercatori. È online il nuovo avviso pubblico per la selezioni, che riguardano otto aree: economico-giuridica, tecnico-informatica, comunicazione, clinico-organizzatva-epidemiologica-sociale, ricerca e rapporti internazionali, trasparenza e integrità dei servizi sanitari, formazione manageriale, monitoraggio e valutazione delle performance delle aziende sanitarie. È possibile candidarsi per un massimo di tre aree, secondo le indicazioni riportate online sul sito di Agenas.

Il dg Bevere: puntiamo sulla formazione

“Il successo dell’Albo Agenas – commenta il direttore generale dell’agenzia, Francesco Bevere – risiede nella sua capacità di anticipare le esigenze del Servizio sanitario nazionale e di sviluppare per esse competenze e conoscenze specifiche, ben presenti nelle otto aree dell’albo degli esperti. Tutti sappiamo quanto sia strategica per il sistema sanitario la formazione e l’aggiornamento delle persone che, a vario titolo, lo gestiscono. Infatti, la novità di quest’anno – prosegue Bevere – riguarda l’inserimento dell’Area della ‘formazione manageriale’. In questo modo, l’attuale squadra di formatori Agenas disporrà di ulteriori docenti, da impegnare nella formazione dei direttori generali, sanitari e amministrativi e degli esperti da dedicare ai temi della misurazione e valutazione delle performance sanitarie e della trasparenza e prevenzione della corruzione in ambito sanitario”.

I numeri

A tre anni dal lancio dell’albo, le iscrizioni sono sempre più numerose: “In quest’ultimo anno spiega Agenas –  l’Albo ha registrato un aumento di richieste di adesioni pari a 4.812, con una maggiore concentrazione nell’area clinico-organizzativa-epidemiologica-sociale (2.165) e in quella economico-giuridica (1.568)”. Le adesioni all’area “trasparenza e integrità” sono passate da 188 a 942.