Sprint4Ideas, la call per migliorare la qualità della vita dei malati di tumore

Prende il via il 18 aprile la competizione, promossa da Fondazione Ant, per startup e innovatori che progettano invenzioni destinate a facilitare l'assistenza domiciliare ai pazienti oncologici. Alla proposta vincitrice andranno 50 mila euro. Per i finalisti, a disposizione anche percorsi di accompagnamento imprenditoriale

migliorare la qualità della vita dei malati

Una call per idee innovative dirette a migliorare la qualità della vita dei malati di tumore. È Sprint4Ideas, la competizione lanciata da Fondazione Ant, onlus che si dedica all’assistenza specialistica domiciliare per i pazienti oncologici. Il concorso, supportato da Emil Banca, Igea Medical e Vivisol, prende il via il 18 aprile e mette in palio 50 mila euro per il progetto a più alto contenuto di innovazione in grado di rendere più efficiente il modello assistenziale di Ant, che quest’anno celebra il quarantesimo anniversario della sua fondazione.

A chi è rivolta la chiamata

La call è aperta a startup già avviate, piccole e medie imprese, laboratori di ricerca industriale, reti d’impresa, maker e, in generale, innovatori. A giudicare le proposte sarà una commissione di valutazione ad hoc. Che prenderà in esame le idee che più riescono a fornire risposte ai bisogni dei malati di tumore che ricevono cure specialistiche a casa. Nonché alle esigenze delle loro famiglie e dello staff socio-sanitario che assiste i pazienti.

Che tipo di proposte saranno valutate

Si può partecipare alla competizione con progetti di dispositivi medici, software, applicazione di realtà virtuale, presidi sanitari, sistemi di supporto ai caregiver e altre innovazioni che possano centrare la finalità della call. La commissione di valutazione selezionerà cinque finalisti che deciderà come destinare i contributi economici a disposizione. Fino a un massimo di tre finalisti parteciperanno a un percorso di accompagnamento imprenditoriale messo a disposizione da Réseau Entreprendre Italia .