Federfarma Roma: Vittorio Contarina confermato presidente

I farmacisti della Capitale scelgono la continuità. Il presidente guiderà la federazione fino al 2020. Alle elezioni per il rinnovo dei vertici, la lista “Reset Assiprofar” ha ottenuto il 93% dei voti

federfarma roma

Federfarma Roma sceglie la continuità: Vittorio Contarina è stato confermato presidente anche per il triennio 2018-2020. Lo annuncia una nota della federazione, segnalando che alle elezioni per il rinnovo dei vertici la lista “Reset Assiprofar” ha ottenuto il 93% dei consensi. Alle operazioni di voto hanno partecipato 628 farmacisti, ovvero il 64% degli associati.  “La soddisfazione più grande – commenta Contarina – è stata quella di sentire dai colleghi che in questi ultimi tre anni hanno riacquistato la consapevolezza di far parte di una categoria. Riconoscono, insomma, il lavoro che abbiamo portato avanti, che è stato quello di rinnovare lo spirito di coesione e partecipazione che era completamente sparito”.

Il lavoro svolto

Contarina inaugura, dunque, il suo secondo mandato. La nota di Federfarma Roma ripercorre alcune tappe dell’impegno di questi anni. A partire dalla tutela della categoria: lo scorso agosto per la prima volta nella storia – ricorda la nota – i pagamenti della PA alle farmacie della Provincia di Roma sono arrivati senza ritardi. Ma non sono mancate iniziative su altri fronti: da “Roma si-cura” (sistema di videosorveglianza esterno alle farmacie collegato alle forze dell’ordine) alle raccolte fondi di “Farma&Friends” e al “Progetto Mimosa” contro la violenza sulle donne.

Le prossime sfide

Per i prossimi tre anni Contarina individua una serie di priorità: “Parte fondamentale del progetto – spiega il presidente di Federfarma Roma – sarà quella di collegare le farmacie di Roma e della Regione al Fascicolo sanitario elettronico con l’applicazione di percorsi di aderenza alla terapia e appropriatezza prescrittiva in sinergia con gli altri attori del Servizio Sanitario Regionale. Altri aspetti su cui lavoreremo sono l’inserimento della protesica nella Dcr (distinta contabile riepilogativa) e la revisione del tariffario delle integrative (come garze, cerotti e cotone), fermi ormai da decenni. L’obiettivo primario – conclude Contarina – resta quello di continuare ad indebolire la distribuzione diretta a favore della convenzionata e della Dpc (distribuzione per Conto”.

Le cariche

Per il triennio 2018-2020 i vicepresidenti sono Osvaldo Moltedo (farmacie urbane) e Giuseppe Califano (rurali). Andrea Cicconetti è il segretario. Completano la squadra Massimiliano Matteazzi (vicesegretario), Ferruccio Benedetti (presidente collegio dei sindaci) e Stefano Simeoni (presidente della consulta).