Farmaci veterinari, confermati i vertici di Aisa: Bolla resta presidente

L’associazione nazionale delle imprese dedicate alla salute animale, che fa capo a Federchimica, sarà guidata da Arianna Bolla (Elanco Italia) anche nel triennio 2018-2020. Luca Cravero Candioli (Istituto profilattico e farmaceutico Candioli) e Paolo Sani (Msd) confermati vicepresidenti

dispensazione farmaci veterinari

L’industria dei farmaci veterinari conferma Arianna Bolla, manager di Elanco Italia, alla guida dell’Associazione italiana imprese salute animale (Aisa). A darne notizia è una nota dell’associazione che fa capo a Federchimica. Bolla guiderà Aisa anche per il triennio 2018-2020.

Le priorità

“Continuerò a prodigarmi per conseguire gli obiettivi prefissati dal precedente mandato”, commenta Bolla dopo la rielezione. Tracciabilità del farmaco veterinario, ricetta elettronica, Antibiotico-resistenza e uso responsabile del farmaco – sottolinea Aisa – saranno le priorità per i prossimi anni.Particolare attenzione sarà dedicata ai progetti di comunicazione sul farmaco veterinario e sul benessere animale al fine di fornire le corrette informazioni sia agli gli addetti ai lavori sia ai cittadini. Non a caso la prima tappa del nuovo triennio è l’evento “Se lo ami, lo curi”, in programma il 16 maggio a Roma. Fra le priorità, la collaborazione con il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità, i rapporti con i veterinari, con la distribuzione del farmaco veterinario, così come con tutte le altre associazioni di categoria. Per “consolidamento di un mercato di filiera integrato”.

Il consiglio direttivo

Oltre al presidente Arianna Bolla, sono stati riconfermati i due vicepresidenti: Luca Cravero Candioli (Istituto profilattico e farmaceutico Candioli), e Paolo Sani (Msd). Del nuovo consiglio direttivo di Aisa fanno parte: Renato della Valle (Innovet), Roberto Del Maso (BI Animal Health Italia), Andrea Fiorentini (Ceva Salute Animale), Carlo Gazza (Fatro), Gerardo Kravanja (Livisto-TREI), Tito Leonardis (Zoetis), Alberto Milani (Formevet), Paolo Giulio Predieri (Acme), Riccardo Romagnoli (Chemifarma), Anna Rondolotti (Virbac) e Giampiero Vantellino (Bayer).