Ecco le top quindici Big Pharma per ricavi 2017, prima J&J

Subito dietro al gruppo Johnson&Johnson ci sono Roche e Pfizer. Nel complesso, i ricavi tra il 2016 e il 2017 sono aumentati. Dai 524 miliardi di dollari di due anni fa si è passati ai 551 dell'anno scorso

Tra le prime quindici Big Pharma per ricavi 2017, il gradino più alto del podio è occupato da J&J con 76 miliardi di dollari. Sul podio anche Roche con 54 miliardi e Pfizer con 53 miliardi.

Ricavi in crescita

Nel complesso, i ricavi tra il 2016 e il 2017 sono aumentati. Dai 524 miliardi dollari di due anni fa a 551 dell’anno scorso. Undici di queste, secondo Fiercepharma, sono cresciute molte nel corso del 2017. Tra queste Pfizer, Amgen, Astrazeneca e Gilead. Non è escluso che il prossimo anno anche Takeda possa entrare nella lista soprattutto in virtù della ormai certa acquisizione di Shire. In prospettiva le due aziende, messe insieme, avrebbero generato ricavi per oltre 30 milioni di dollari. Guadagni sufficienti per un buon ottavo posto.

Elaborazione dati AboutPharma

Risultati importanti

Ci sono stati sviluppi importanti in ambito scientifico. Novartis e Gilead, per esempio, hanno ottenuto la loro prima approvazione Car-T. E Spark Therapeutics, ha sviluppato la sua nuova terapia genica in accordo con Novartis stessa.

La questione dei costi elevati

Negli Usa, che rappresenta il mercato di riferimento per quasi tutte le aziende nella lista, è vivo il dibattito sui costi. Donald Trump ha più volte espresso il desiderio di vedere ridotti i costi. Soprattutto le negoziazioni. Tuttavia, come rivela Fiercepharma, molte società non vogliono allinearsi con le direttive della Casa Bianca perché preoccupate per gli impatti negativi sul proprio business. Vero è però, che con la nuova riforma delle tasse, Trump ha dato nuovo impulso al mondo farmaceutico. E lo si è visto data la quantità notevole di acquisizioni e operazioni di M&A che hanno contraddistinto i primissimi mesi del 2018.