Federazione cure palliative: Stefania Bastianello è il nuovo presidente

Lavora da dieci anni in Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica) come responsabile della formazione e del Centro di ascolto. Succede a Luca Moroni

federazione cure palliative

Stefania Bastianello è stata eletta presidente della Federazione cure palliative (Fcp). È il verdetto emerso dall’ultima assemblea dei soci della federazione che si è tenuta nei giorni scorsi a Milano.  Già membro del consiglio direttivo negli ultimi quattro anni, Stefania Bastianello, laurea in Ingegneria elettronica e counselor certificato, lavora da dieci anni in Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), come responsabile della formazione e del Centro di ascolto. Da 25 anni vive da vicini i problemi legati a questa patologia e da molto tempo è impegnata nella promozione delle cure palliative. “Assumere la presidenza di Fcp è per me una grande sfida – dichiara la neopresidente – in un momento di forte cambiamento come ci indica la Riforma del Terzo settore “.

La staffetta

Bastianello succede a Luigi Moroni, che lascia la presidenza al termine del suo secondo mandato quadriennale, ma continuerà a svolgere un ruolo attivo all’interno del consiglio direttivo di Fcp. “Sono stati otto anni intensi – commenta Moroni – che lasciano un’importante eredità. Faccio i miei migliori auguri al nuovo presidente e ai colleghi del direttivo per i prossimi anni di lavoro e di impegno per il continuo sviluppo della cultura e dei contenuti delle cure palliative”. Fondata nel 1999, la Federazione cure palliative coordina oggi 81 soci in tutta Italia, che contano complessivamente circa 6.000 volontari. L’assemblea ha rinnovato il consiglio direttivo, che nella sua prima riunione (in programma a giugno) eleggerà vicepresidente, segretario e tesoriere.