Smaltimento dei farmaci, Aifa aggiorna i criteri per le scorte

Secondo la determina 821/2018 pubblicata in Gazzetta ufficiale, se ci sono modifiche al foglio illustrativo di un medicinale, il cittadino riceve in farmacia il documento aggiornato e sceglie se ritirarlo in formato cartaceo o digitale

arriva nuovo farmaco in Italia

Aifa ha aggiornato i criteri per lo smaltimento dei farmaci. È stata infatti pubblicata in Gazzetta ufficiale la determina 821/2018. La disposizione riguarda lo smaltimento delle scorte di medicinali per i quali siano intervenute modifiche del foglio illustrativo attraverso la consegna della versione aggiornata da parte del farmacista. La determinazione sostituisce la numero 371 del 2014 e sarà efficace a decorrere dal trentesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Le categorie di farmaci

L’autorizzazione allo smaltimento delle scorte riguarda una serie di farmaci specifici per garantire la continuità terapeutica e ridurre rischi di carenze. Una categoria riguarda i medicinali approvati con procedura nazionale ma che hanno avuto modifiche nell’autorizzazione all’immissione in commercio. Nella seconda categoria rientrano i farmaci approvati con procedura di mutuo riconoscimento o decentrata. Anche in questo caso, però, devono essere presenti modifiche dell’Aic. Nel terzo gruppo appartengono i medicinali approvati con procedura centralizzata (con modifiche Aic) a seguito di una decisione della Commissione Ue o di un parere favorevole dell’Ema. Infine i farmaci da importazione e distribuzione parallela. Anche in questo caso per i quali ci siano state modifiche al foglio illustrativo o all’etichettatura. Ovviamente previa autorizzazione degli enti regolatori Aifa o Ema.

Cosa cambia per il cittadino

Ma ci possono essere casi in cui le modifiche recenti previste non vengono riportate all’interno delle confezioni. Parliamo di restrizioni dell’indicazione terapeutica, posologia, controindicazioni, avvertenze o condizione di conservazione. In questo caso durante la consegna del prodotto da parte del farmacista al cliente il cittadino sceglie la modalità per il ritiro del foglio illustrativo aggiornato e conforme a quello autorizzato. Vale sia il formato cartaceo che quello digitale. Il foglio illustrativo aggiornato sarà, inoltre, disponibile nella Banca dati farmaci di Aifa. Qui sarà possibile consultare anche l’ultima versione del riassunto delle caratteristiche del prodotto.

Ridurre l’impatto ambientale

Oltre a contribuire a garantire al cittadino un’informazione aggiornata, la consegna in farmacia dell’ultima versione del foglio illustrativo porta con sé il vantaggio di ridurre l’impatto ambientale che può derivare dallo spreco di confezioni di medicinali ancora integri, sicuri ed efficaci.