Farmacie dei servizi, nascono nuovi competitori

Non è scontato che in un prossimo futuro i presidi territoriali possano trovarsi di fronte a nuovi concorrenti per quanto riguarda l'offerta di servizi di diagnosi o telemedicina. Nascerebbero nuovi luoghi della salute come spa, hotel e centri commerciali

Quello del wellness è un business che sta cambiando. Un tema che in qualche modo ha riguardato da vicino anche le farmacie, sempre più intenzionate a offrire nuovi servizi. “Inizialmente avevamo pensato di rivolgerci alle farmacie dei servizi, ma molti prodotti per il benessere sono richiesti soprattutto da altri settori”. A dirlo è Fabio Pasquali, fondatore e ceo di WM Capital, in occasione della presentazione di un loro dispositivo di autodiagnosi a Milano il 10 giugno 2018.

Altri luoghi della salute

Secondo Pasquali “è emersa una crescente richiesta da parte dei nuovi luoghi della salute come cliniche, palestre o hotel a 5 stelle. Ma anche di centri commerciali e aziende interessate a curarsi del benessere dei propri dipendenti”. Ciò che WM Capital propone è un servizio di autodiagnosi e autoanalisi a disposizione dei cittadini che si presenta come una sorta di cabina (170 x 90 cm). Si possono effettuare controlli del proprio stato di salute con referti immediati grazie anche a servizi di telemedicina. In sostanza, questo servizio potrà essere reperibile in più luoghi e non solo nella farmacia nella quale era stato inizialmente pensato. Al di là del prodotto in sé, si nota una tendenza a spostare alcuni servizi diagnostici e per la salute dalle farmacie a luoghi dapprima non deputati per queste attività.

La legge concorrenza

Pasquali ne fa una questione di spazio. Poche stanze attrezzate per installare la “cabina diagnostica” e questo ha costretto la società ha cambiare interlocutore. Tra l’altro, spiega sempre Pasquali, anche la legge concorrenza ha cambiato le carte in tavola, lasciando più ampio spazio di manovra nel business dei distributori territoriali. Anche in virtù di questa normativa, il paradigma è cambiato e potrebbero nascere nuovi competitori nei confronti della farmacia dei servizi.