Pfizer si riorganizza in tre nuovi business

Medicinali innovativi (biosimilari, prodotti ospedalieri), medicinali consolidati (farmaci a brevetto scaduto, branded e generici) e consumer healthcare (farmaci da banco). Il nuovo modello sarà operativo all'inizio dell'anno fiscale 2019

Pfizer si riorganizza e propone di creare 3 nuove aree di business. Medicinali innovativi, medicinali consolidati e consumer healthcare. Il nuovo modello sarà operativo all’inizio dell’anno fiscale 2019. Nessuna preoccupazione per quanto riguarda le allocazioni di capitale ne gli obiettivi per il 2018.

Le tre divisioni

Alla prima unità apparterranno prodotti ospedalieri, contro le infezioni e i biosimilari. Alla seconda i farmaci con brevetto o con brevetto scaduto e i generici. Infine la terza con i farmaci da banco. A gestire la prima divisione sarà John Young con focus sulla medicina interna, biosimilari oncologici e malattie rare. Al suo fianco ci sarà Angela Hwang per i biosimilari immunologici e vaccini. A Hwang verrà affidata anche la supervisione del consumer healthcare. Per i medicinali consolidati troviamo Michael Goettler.

Novità in vista del 2020

Secondo il ceo Ian Read, la riorganizzazione è fisiologica. Un’evoluzione che va considerata alla luce della forza dei prodotti in portfolio, in pipeline e all’impatto potenziale della scadenza dei brevetti entro il 2020.