EffiSciencyLab: reti cliniche e nuove tecnologie

Nei day hospital onco-ematologici italiani l’uso di farmaci intelligenti in formulazione sottocutanea, rispetto alle corrispondenti formulazioni endovenose, sta rivoluzionando i percorsi di cura, con evidenti vantaggi per pazienti, operatori e per le organizzazioni delle aziende ospedaliere e sanitarie. Vantaggi che sono enfatizzati (è il caso della Campania e della Puglia) dalla rimodulazione dell’assistenza, basata soprattutto sulla creazione di reti oncologiche regionali.

Prendendo spunto da due diversi studi (Going Lean e SCUBA) – che hanno dimostrato tra l’altro la riduzione dei tempi di permanenza in reparto, i minori costi sociali e l’abbattimento del rischio clinico  – HPS-AboutPharma, con il sostegno di Roche Spa, ha realizzato il progetto EffiSciencyLab: un ciclo di incontri, articoli, interviste e pubblicazioni che testimoniamo l’efficacia degli interventi attraverso l’esperienza e il racconto di medici, farmacisti e amministratori pubblici.

Il dibattito è avvenuto in due diversi momenti: Napoli (25 maggio) e Bari (11 giugno). Qui di seguito le video interviste ad alcuni dei protagonisti.

NAPOLI

Michelino De Laurentiis, direttore dell’Uoc di oncologia medica senologica dell’Istituto Nazionale Tumori Fondazione G. Pascale di Napoli

Felicetto Ferrara, direttore del dipartimento di onco-ematologia dell’Aorn Cardarelli di Napoli

Antonella Guida, Direzione generale Salute della Regione Campania

Sandro Pignata, direttore del Dipartimento di uro-ginecologia oncologica Ircss Istituto dei Tumori Fondazione G. Pascale di Napoli

Daniela Di Gennaro, farmacia ospedaliera Asl Napoli 2 Nord-Pozzuoli

BARI

Antonio Delvino, direttore generale dell’Irccs Istituto dei Tumori di Bari

Evaristo Maiello, direttore dell’Uoc Oncologia Irccs Casa Sollievo della Sofferenza, San Giovanni Rotondo (Foggia)

Giorgina Specchia, direttrice dell’Uo Ematologia del Policlinico di Bari

Giovanni Gorgoni, commissario dell’Agenzia regionale per la Salute e il Sociale (Ares) della Puglia

Patrizia Nardullli, direttore della Farmacia dell’Irccs Istituto Tumori di Bari