Dimissioni Vella, Cittadinanzattiva: “Apprezziamo scelta coerente”

Tonino Aceti, coordinatore del Tribunale per i diritti del malato, commenta la decisione del presidente Aifa: “La salute è un diritto di tutti, senza distinzione di colore di pelle, nazionalità, religione e confini geografici”

dimissioni vella

“Le dimissioni del presidente dell’Aifa sono una scelta che comprendiamo e rispettiamo perché coerente con la sua storia, con i principi che ispirano la professione medica e con il concetto di tutela della salute sancito dalla nostra Costituzione e dalla Legge istitutiva del Servizio sanitario nazionale”. Così Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale dei diritti del malato di Cittadinanzattiva, commenta la scelta di Stefano Vella di lasciare la presidenza dell’Agenzia italiana del farmaco in polemica con il Governo per la gestione del caso della Nave Diciotti con 177 migranti a bordo.

“Rispettare la Costituzione”

“La Repubblica – prosegue Aceti – tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo, questo e non altro prevede la Costituzione, questo e non altro prevede la Legge 833/78. La salute è quindi un diritto di tutti, senza distinzione di colore di pelle, nazionalità, religione e confini geografici. Questa è l’idea di diritto alla salute che il nostro movimento tutela da 40 anni e che vuole continuare a salvaguardare nel presente e nel futuro. E ci auguriamo – conclude il coordinatore del Tdm-Cittadinanzattiva – che ogni ministro della Repubblica voglia e sappia garantire tale principio”.