Dg Aifa, le Regioni chiedono il rinvio della nomina

Il tema è troppo delicato per essere affrontato in così poco tempo. Il presidente Stefano Bonaccini prende tempo e propone un incontro straordinario il 13 settembre

Vaccino Astrazeneca Covid-19

Le Regioni chiedono il rinvio della nomina per Luca Li Bassi, l’uomo che il Ministro della Salute Giulia Grillo vorrebbe al vertice di Aifa. Tutto da rimandare, perché, dicono da Roma a seguito della Conferenza Stato-Regioni, è necessario più tempo per una scelta tanto delicata.

La conferenza

Il 6 settembre la Conferenza Stato-Regioni avrebbe dovuto ratificare il nome di Li Bassi che Giulia Grillo aveva fatto il giorno prima. Ma il presidente della conferenza stessa, Stefano Bonaccini, ha dichiarato che è preferibile attendere e rimandare la scelta ad altra data. Il parere delle Regioni non è vincolante, ma la nomina è delicata e tutti i rappresentanti degli enti locali vogliono essere sicuri di Li Bassi sia la scelta giusta. Ci sono delle date per riparlarne. Bonaccini butta lì l’idea di una conferenza straordinaria il 13 settembre, anche perché bisogna ancora designare il componente degli enti locali per la Cassa depositi e prestiti.

Il nome di Li Bassi

Il nome del nuovo Direttore generale di Aifa è emerso a seguito di una valutazione di 93 curriculum arrivati all’attenzione del ministro Grillo. Il 5 settembre è uscito il nominativo. Li Bassi dovrebbe prendere il posto di Melazzini il cui mandato è scaduto il 4 settembre. Al momento, come reggente dell’agenzia c’è Renato Massimi, designato in quanto dirigente più anziano.