Zentiva, il fondo Advent International completa l’acquisizione della società

Il closing si è concluso per un totale di 1,9 miliardi di euro. Nasce quindi un nuovo player dei generici in Europa guidato da uno dei maggiori private equity al mondo

Opa Molmed

Il fondo di private equity Advent International completa l’acquisizione della società da Sanofi. Il costo totale dell’operazione è di quasi due miliardi di dollari. Zentiva inizia a funzionare indipendente dopo il completamento della cessione precedentemente annunciata da Sanofi.

Nuove opportunità

Patrick Aghanian, direttore di Zentiva, ritiene che la cessione offra nuove opportunità all’azienda e ai suoi clienti in termini di un business più veloce, più flessibile e più agile.
“Le radici di Zentiva risalgono a oltre 530 anni fa e alla farmacia Black Eagle, una piccola impresa che si trova a Praga. Da allora abbiamo ampliato il nostro assortimento nel campo dei farmici generici e Otc in tutta Europa. Questa eredità non solo rafforza la nostra determinazione a rimanere focalizzati sul cliente, ma guida anche le nostre priorità future verso il miglioramento dell’assistenza sanitaria con un approccio molto più personalizzato. Siamo convinti che l’assistenza sanitaria sia un diritto e non un privilegio, e che le soluzioni di cura dovrebbero essere accessibili a quante più persone possibili.”

Aghanian aggiunge che questo ultimo capitolo nella storia dell’azienda rappresenta anche una notizia positiva per i dipendenti. “La crescita prevista per la nostra organizzazione offre nuove opportunità alle nostre mansioni lavorative e ci mette in una buona posizione per attirare i migliori talenti del nostro settore. Questo è un momento emozionante per Zentiva e siamo fiduciosi di poter realizzare le nostre ambizioni con il sostegno di Advent.”

Mantenute le aspettative

Le previsioni sono state rispettate. Il closing era previsto per il terzo quarto del 2018 e così è stato. L’azienda francese Sanofi a giugno 2018 aveva dichiarato che l’operazione si era chiusa positivamente e che l’azienda dei generici sarebbe passata di mano.

Il portfolio di Zentiva

Zentiva è attiva in 21 Paesi e ha una presenza forte sui mercati dell’Europa orientale. In particolare, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania. Nel portfolio della ormai ex business unit di Sanofi ci sono soprattutto farmaci generici per problemi cardiovascolari e gastrointestinali, antidolorifici, antinfiammatori a base di ibuprofene e molecole di leflunomide.

Le altre operazioni di M&A di Sanofi

La cessione di Zentiva non è stata la prima grande operazione di M&A di Sanofi nel 2018. A gennaio di quest’anno, il gruppo ha infatti acquisito per 11,6 miliardi di dollari Bioverativ, biotech americana specializzata in trattamenti contro l’emofilia. Nello stesso mese, ha rilevato per 3,9 miliardi di euro la società biofarmaceutica belga Ablynx, che opera nel campo delle malattie rare.