Ai Digital Awards, Sanofi e Msd salgono insieme sul podio

Assegnati rispettivamente alle due multinazionali i premi per Best social e Best digital company. La partecipazione cresce ancora: 178 progetti unici, 271 candidature complessivamente presentate per tredici riconoscimenti attribuiti a imprese e istituzioni. Dal numero 163 del magazine

Sanofi e Msd Italia si aggiudicano gli AboutPharma Digital Awards 2018, rispettivamente quali industrie healthcare più social e digital d’Italia. I premi sono stati assegnati il 25 ottobre scorso a Roma nella serata di Gala che ha concluso la sesta e ancora più partecipata edizione (178 i progetti unici candidati). La multinazionale francese e quella americana si sono rispettivamente aggiudicate il premio speciale quale Best social company e Best digital company, scambiandosi prima e seconda posizione nelle due categorie. Il premio a Sanofi è stato consegnato da Rosa Cialini di Facebook mentre Msd Italia ha ricevuto il riconoscimento direttamente dalle mani di Stefania Ambra, amministratore delegato di Hps-Aboutpharma.

Le reazioni

Molto contenta Daniela Poggio, responsabile della comunicazione del gruppo francese in Italia: “Il coraggio di raccontare e raccontarsi in modo trasparente sulla rete ci ripaga di tanti sforzi. Ancora di più ci convinciamo del fatto che la comunicazione debba portare le aziende sulle nuove piattaforme”. L’impegno nella digitalizzazione di tutte le attività è fortemente radicato in Msd Italia, che anche quest’anno, come nei cinque precedenti, si porta a casa più di un AboutPharma Digital Award (con il portale Oncoline vince anche nella categoria Progetti rivolti alla persona/Wellness e prevenzione delle patologie). Commenta Nicoletta Luppi, ceo di Msd Italia. “Non un unico dipartimento ma tutte le ‘anime’ dell’azienda sono digital. Dopo 127 anni di storia questo ci aiuta per continuare a creare e inventare vita e salute non per i pazienti, né per i cittadini ma per le persone, quindi per noi tutti”. In effetti, la necessità di allargare il raggio d’azione del digital applicato alla salute – dal paziente alle persone – è in perfetta assonanza con la s$da totale che la medicina del terzo millennio deve sicuramente affrontare. “I progetti digitali – ha detto Giulio Zuanetti, membro del board di Hps-AboutPharma nella sua introduzione – non servono a curare il paziente ma proprio a prendersi cura delle persone”

Un po’ di numeri

Gli AboutPharma Digital Award nel 2018 sono cresciuti ancora e con loro tutta la comunità di imprese, istituzioni e professionisti che ormai da cinque anni realizza e sottopone progetti alla valutazione della giuria tecnica e istituzionale. Erano 85 le idee proposte alla prima edizione del 2013, sono 271 le candidature complessive di quest’anno (59 in più dell’anno scorso). “Segno questo non solo dell’ovvia, progressiva e dirompente digitalizzazione di tutte le attività e servizi collegati al mondo dell’healthcare, ma anche – dice Stefania Ambra, amministratore delegato di Hps-Aboutpharma – della consolidata credibilità del premio in sé, cui le persone di HPS-AboutPharma dedicano per lunghi mesi entusiasmo ed energie”.

Le parole chiave

Innovazione, coinvolgimento e impatto sono i tre concetti che devono permeare tutte le candidature presentate di anno in anno, affinché possano essere prese in considerazione dai giudici e possibilmente premiate. “Le giurie – aggiunge Stefania Ambra – sono chiamate a misurare ciascun progetto proprio rispetto a quei tre criteri, ben sapendo che l’idea di innovazione si è evoluta nel corso del tempo, privilegiando non solo gli aspetti puramente tecnologici ma anche l’originalità di approccio e utilizzo delle tecnologie stesse”.

La scelta di Roma

Il cambio di sede da Milano alla Capitale ha rappresentato la grande novità degli AboutPharma Digital Award 2018. Aldilà di un restyling della formula, la decisione mirava a un avvicinamento non solo simbolico ma anche fisico alle istituzioni, da parte di un’iniziativa che da anni vede le imprese private quali principali protagoniste.

Altre novità

Venendo al dettaglio delle categorie e dei progetti, si nota che è schizzato in alto il numero delle aziende candidate al premio speciale per Best social company e Best digital company, in entrambi i casi passato da 9 a 14. Anche quest’anno si è confermata la grande attenzione nei confronti del paziente, tanto che la relativa sezione (“Progetti rivolti ai pazienti”) è quella che in assoluto ha raccolto più candidature (51). Ha fatto invece il suo esordio la nuova categoria “Progetti rivolti alla persona-wellness e prevenzione delle patologie” concepita pensando alla prevenzione primaria tout-court e alla promozione di stili di vita sani. Le imprese proponenti hanno tuttavia interpretato il messaggio più rispetto alla prevenzione di complicanze. L’anno prossimo aggiusteranno il tiro.

L’elenco completo e il valore delle top five

Complessivamente sono tredici i premi assegnati nel corso degli AboutPharma Digital Awards 2018. Tutti i prescelti sono selezionati all’interno di una top 5 (che diventa top 13 nel caso dei premi speciali per Best social e Best digital company). Considerata la quantità (e la qualità) delle candidature, essere inclusi nella ristretta cerchia dei possibili vincitori, a tutti gli e”etti è già un notevole successo.

Ecco tutti i vincitori categoria per categoria

PROGETTI RIVOLTI ALLA PERSONA: Wellness e prevenzione delle patologie

Portale Oncoline – Msd Italia

Repubblica.it e l’Associazione Italiana di oncologia medica, grazie al supporto incondizionato di Msd Italia, danno vita a Oncoline, l’innovativo portale di Repubblica.it interamente dedicato alle malattie oncologiche “dalla parte dei pazienti”. Oncoline contiene novità su diagnosi, cura e prevenzione, risposte ai quesiti da parte degli esperti dell’Aiom, i chiarimenti, i diritti, le informazioni sulla qualità di vita, le testimonianze, i blog dei pazienti e dei caregiver, le esperienze, le buone pratiche e tanto altro. Il portale Oncoline si completa con la pagina Facebook. L’obiettivo è fornire un’informazione ampia e corretta, certificata da Aiom, sul cancro: dalla prevenzione alla vita dopo la malattia, dalla diagnosi alle nuove terapie; senza trascurare gli aspetti sociali indotti dalla patologia. Sul podio: Magic Kids (Abbvie); LmCome (Janssen-Cilag); Angolo del diabetico (Harmonium Pharma); A third less (Takeda)

Miglioramento della qualità di vita e aderenza alle terapie

ViaOpta Hello – Novartis Farma

ViaOpta Hello è un’app per il riconoscimento facciale realizzata da Novartis in collaborazione con Microsoft AI e Retina International. Fa parte della suite ViaOpta, comprendente app dedicate alla vista, che insieme contribuiscono a migliorare l’indipendenza delle persone non vedenti e ipovedenti. È disponibile su piattaforma Windows 10, iOS eAndroid. ViaOpta Hello funziona identificando oggetti e persone tramite la fotocamera dello smartphone: scattando una foto restituisce all’utente informazioni audio sull’ambiente circostante, i volti e gli oggetti. La versione desktop consente agli utenti di identificare i volti sulle fotografie che ricevono. Sul podio: App MySugar (Roche Diabetes Care Italy); AbbVie Care (AbbVie); Adherence multichannel project (Servier Italia); Follow the 1 (Msd Italia).

Patient empowerment

Magic Kids – AbbVie

Magic Kids è il primo game di AbbVie dedicato a tutti i bambini affetti dalla malattia di Crohn pediatrica. Nel gioco il bambino impersona un avatar customizzabile con cui impara a risolvere le sfide della malattia di Crohn. Attraverso l’avatar, il giocatore deve affrontare situazioni di vita quotidiana e difficoltà comuni legate alla patologia, trovandosi immerso in scenari familiari, come la casa e la scuola, e interagendo con altri personaggi che rappresentano compagni e adulti. Un personaggio“tutor” informa il bambino sull’andamento del gioco, fornendogli feedback di carattere pedagogico che lo aiutano a consolidare le conoscenze apprese. Magic Kids è un gioco digitale che si rivolge ai pazienti più giovani (8-11 anni) per aiutarli ad affrontare gli aspetti socio-relazionali collegati alla patologia, favorendo l’apprendimento di informazioni importanti per una corretta alimentazione e per convivere con la malattia in modo consapevole, con un approccio istruttivo, divertente e coinvolgente. Sul podio: ViaOpta Hello (Novartis Farma), Eversense app (Roche Diabetes Care Italy); Visita facile (Pzer Italy); Onetouch24 (LifeScan Italy).

PROGETTI RIVOLTI A MEDICI, FARMACISTI E ALTRI OPERATORI SANITARI: Aggiornamento e formazione dei medici

Share2learn – Chiesi Farmaceutici

Piattaforma digitale innovativa che permette di rafforzare e condividere in tempo reale le competenze scientifiche dei 270 laboratori di cardiologia interventistica italiani, che ogni giorno effettuano interventi chirurgici mini-invasivi come le sostituzioni valvolari percutanee. Come? Mediante la condivisione (Share), l’apprendimento e il confronto (Learn) in real-time del proprio “occhio clinico”, delle best practice e delle proprie esperienze (“Tu cosa faresti? Cosa raccomandano le linee guida? Cosa ti è successo in passato in casi simili?”). La formazione prosegue nel tempo, mediante la visualizzazione di un archivio (library) dei casi proiettati. L’obiettivo è aiutare i cardiologiemodinamisti a migliorare le proprie capacità tecnico-diagnostiche, mediante la condivisione e la partecipazione in modalità live o streaming a interventi chirurgici di cardiologia coronarica o strutturale, con possibilità di interazione (chat) con l’equipe di sala del centro trasmittente. Sul podio: Ecosistema Msd Salute (Msd Italia); Vertigochannel (Polifarma); Modus online (Roche Diabetes Care Italy); Liveas (Medtronic)

Supporto alla professione dei medici

Smart digital clinic – Roche Diabetes Care Italy

Più di una semplice cartella clinica digitale: è la soluzione software innovativa per la gestione a 360° del paziente diabetico, che permette di supportare in maniera efficiente e sempre aggiornata il lavoro delle équipe mediche, sia nell’attività di reparto sia in quella ambulatoriale. Inoltre, consente di mettere in comunicazione il medico con il proprio paziente, grazie a una funzionalità di sincronizzazione dei dati con l’applicazione my Sugr. Pensata per favorire la costruzione di un ecosistema digitale che possa: fornire un supporto decisionale al medico per ottimizzare i tempi della visita diabetologica, aumentando la consapevolezza e l’efficacia delle decisioni terapeutiche prese. L’obiettivo è migliorare la qualità di vita della persona con diabete, semplificando la gestione della malattia e facilitando la comunicazione con il diabetologo. Il tutto per ottimizzare le risorse del Ssn, gestione dei costi e migliorare la qualità dei processi sanitari. Sul podio: Predictive Patient Assistance (Merck Serono); Chatbot Msd Salute (Msd Italia); Myhospitalhub (Takeda); Igibd Scores (AbbVie).

Aggiornamento e supporto alla professione di farmacisti e altri operatori sanitari

Vr4PharmaLAB – 3F-Lab

VR4PharmaLAB è un’applicazione in realtà immersiva che consente di sviluppare e valutare le competenze del personale di laboratorio, in ambito sia industriale/ospedaliero sia professionale (es. farmacia). Il contesto di interazione è totalmente personalizzabile, adatto a ricreare qualsiasi attività di laboratorio (dalle analisi, alla nutrizione parenterale), così come gli eventi negativi conseguenti a un’errata preparazione. L’applicazione prevede livelli crescenti di complessità/ difficoltà (es. in emergenza) e restituisce in tempo reale feedback quali-quantitativi relativi alla qualità, accuratezza e produttività dell’attività svolta, così come delle singole formulazioni. Offrire un supporto formativo ad alto valore aggiunto e a elevato coinvolgimento, coniugando il sapere al saper fare, ai fini dello sviluppo delle competenze medico-chimico-farmaceutiche; tanto in ambito professionale quanto in quello universitario/scolastico, ove sia difficile garantire a tutti l’attività sperimentale. Sul podio: Predictive Patient Assistance (Merck Serono); Younique (Sanofi); Ecosistema Janssen (Janssen-Cilag); Ecosistema Msd Salute (Msd Italia).

PROGETTI DI DIGITALIZZAZIONE DELLE INDUSTRIE LIFE SCIENCES: Engagement del team aziendale

Digital school – Zambon

La Digital School è la “palestra” di Zambon dedicata allo sviluppo delle competenze digitali e del mindset innovativo. È accessibile tramite un’app dotata di profilo di allenamento personale, sezione social e contenuti digitali. I programmi della School sono pensati per crescere in impegno e difficoltà a mano a mano che l’utente migliora il proprio percorso. Tutto il design di experience e contenuti è pensato per favorire la massima interazione e partecipazione attraverso logiche basate su meccaniche di engagement mutuate dal mondo del gaming e dello sport. Gli obiettivi sono fornire a tutte le persone di Zambon le competenze di base per comprendere gli impatti delle tecnologie sui processi produttivi, l’organizzazione e i modelli di business; coinvolgere in maniera attiva tutte le persone di Zambon nel processo di trasformazione digitale. Sul podio: Digital Transformation Process (AbbVie); Rep2020 (P/zer Italy); Patient Access Monitor (Intexo); Digital Business Academy (Sanofi).

Multichannel e social marketing

#Perché sì – Sanofi Pasteur

Investire sull’educazione e favorire la contaminazione tra idee e diversi approcci comunicativi, promuovendo la cultura della prevenzione e il suo valore per la persona e per la sanità pubblica, rendendola virale su diversi canali: queste sono state le premesse da cui è nato #PerchéSì, il primo laboratorio di idee sulla corretta ed efficace comunicazione sui vaccini di Sano/ Pasteur. #PerchéSì si è articolato in due iniziative, un contest e un hackathon: il primo dedicato alle campagne di comunicazione già realizzate dagli operatori di sanità pubblica; il secondo, che ha rappresentato un vero e proprio momento di co-creazione, per fare rete sulla comunicazione in ambito vaccinale con il contributo di designer, startupper e comunicatori. #PerchéSì è nato con l’obiettivo di dare visibilità alle diverse campagne di comunicazione vaccinale presenti in Italia e di favorire la contaminazione di competenze, esperienze e linguaggi tra esperti di vaccini ed esperti di comunicazione, per una comunicazione corretta ed efficace sui vaccini. Sul podio: Orioon intelligenza artificiale (Sudler & Hennessey); Synergy chatbot (Zambon); Derma multichannel campaign (AbbVie); Artificial intelligence (Janssen-Cilag)

PROGETTI RIVOLTI A ISTITUZIONI/PAYORS: Miglioramento dell’organizzazione e dei processi dell’offerta sanitaria

Visita Facile – Pfizer Italy

L’app Visita Facile, lanciata dal Policlinico dell’Università Federico II di Napoli, è dedicata all’esperienza del paziente e dei suoi accompagnatori all’interno della struttura partenopea. Grazie a Visita Facile l’utente può geolocalizzarsi e orientarsi tra i 21 padiglioni in modo semplice e veloce. Inoltre il paziente riceve direttamente sul proprio cellulare notifiche su consigli medici, stili di vita, questionari e informazioni utili pensate specificamente per il reparto in cui si trova. Infine, in una sezione apposita chiamata La Mia Visita Facile l’utente può tenere traccia del proprio percorso di cura: fotografare documenti (analisi, esami, prescrizioni), prendere appunti e segnare appuntamenti. L’app Visita Facile migliora l’accesso e l’orientamento all’interno dell’ospedale; facilita il reperimento di informazioni contestuali e utili; semplifica l’archiviazione di esami, note, appuntamenti direttamente sul telefono. Sul podio: Monitoraggio domiciliare nello scompenso (Moving Care – Policlinico Casilino); Triathlon (Janssen-Cilag); Scrap (Regione Puglia); Tirnet (Università Federico II Napoli).

PREMI SPECIALI: Istituzioni e Associazioni di Pazienti

Pneumo Rischio – Università di Firenze e Genova

Progetto multidisciplinare e multipiattaforma (app, sito web e pagina Fb), innovativo (l’unico interamente dedicato alle malattie da pneumococco e alla loro prevenzione), scientificamente fondato (algoritmo di calcolo del rischio certificato: dati provenienti da articoli di riviste scientifiche internazionali), testato dagli utenti reali per la qualità (tramite la versione italiana della Mobile application rating scale). Gli utenti sono attivamente coinvolti tramite il “Calcolo del rischio” e stimolati a visualizzare Pneumo Rischio per leggere news e cercare informazioni sull’offerta vaccinale della propria Regione. Nel 2018 è stato completamente rinnovato nella veste grafica e con l’inserimento di nuove sezioni: “Previeni la malattia”, “Offerta vaccinale”e “Mappa dei centri vaccinali”. Ciò ha determinato un incremento esponenziale degli utenti: comparando i dati gennaio-settembre 2017 con lo stesso periodo 2018, il numero di utenti è passato da 3.960 a 58.409. A fronte di tale successo, Pneumo Rischio è divenuto un progetto internazionale,disponibile in molti Paesi europei (Germania, Grecia, Portogallo,Finlandia), in Asia, in Australia e presto in America. Sensibilizzare le persone al rischio di contrarre una malattia invasiva da pneumococco e stimolare gli utenti a chiedere informazioni sulle attuali strategie di prevenzione disponibili in Italia.

Start Up Companies

inEquipe – Socialmedica

inEquipe è la piattaforma, compatibile iOS/Android/desktop, dedicata al mondo medico che coniuga l’esigenza di creare engagement per medici, strutture, case farmaceutiche e medicali, mantenendo l’obiettivo di non spersonalizzare la comunicazione attraverso social generalisti. L’obiettivo è migliorare la qualità della cura; stimolare il cambiamento e/o l’aderenza terapeutica; accrescere conoscenza ed esperienza individuali e collettive di una community; ottimizzare i processi di formazione ed education.

Best social company

Sanofi Italia

Sul podio: Msd Italia; Janssen-Cilag; Gedeon Richter; Pfizer Italy

Best digital company

Msd Italia

Sul podio: Sanofi; Janssen-Cilag; AbbVie; Takeda Italia