Sicurezza, salute e ambiente nel chimico-farmaceutico: premiate tre aziende

Federchimica, Farmindustria e i sindacati (Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil) celebrano la “Giornata nazionale sicurezza, salute, ambiente”. Riconoscimenti a Merck Serono, Sasol Italy e Solvay Specialty Polymers Italy

sicurezza

Le parti sociali del comparto chimico-farmaceutico celebrano la “Giornata nazionale sicurezza, salute e ambiente”. E assegnano il premio “migliori esperienze aziendali” a Merck, Sasol Italy e Solvay Specialty Polymers Italy per iniziative condivise sui temi della tutela della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro, del rispetto dell’ambiente e, più in generale, in materia di welfare contrattuale. A darne notizia è una nota congiunta di Federchimica, Farmindustria, Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil.

Queste le motivazioni dei riconoscimenti:

  • Merck Serono. “Per aver favorito la cultura dell’inclusione lavorativa dei soggetti diversamente abili, attraverso un sistema di azioni e monitoraggi condivisi tra azienda e rappresentanze sindacali in partenariato con le istituzioni pubbliche, le associazioni di promozione sociale e le fondazioni del Terzo settore”
  • Sasol Italy. “Per lo sviluppo di una cultura di responsabilità sociale dell’impresa, in particolare attraverso scelte di welfare contrattuale tese a rafforzare l’assistenza sanitaria integrativa e la previdenza complementare e la realizzazione di un modello partecipativo a livello di Gruppo e di Sito”.
  • Solvay Specialty Polymers Italy. “Per l’impegno profuso per lo sviluppo di un’impresa responsabile che pone particolare attenzione non solo alla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, ma anche al corretto stile di vita, alla conciliazione tra esigenze personali e professionali, con il coinvolgimento consapevole e attivo dei lavoratori e dei loro rappresentanti”.

Un comparto virtuoso

L’industria chimica e l’industria farmaceutica – sottolinea la nota di associazioni industriali e sindacali – continuano a essere tra i settori manifatturieri più virtuosi in ambito di sicurezza, salute dei lavoratori e tutela dell’ambiente.

In questi settori sono in calo malattie professionali e infortuni rapportati alle ore lavorate: sono diminuiti al ritmo medio annuo rispettivamente del 5,0% e del 4,2% negli ultimi otto anni.

Sul fronte della sostenibilità ambientale, l’industria chimico-farmaceutica è già in linea con gli obiettivi 2020-2030 dell’Unione europea sui cambiamenti climatici, con una riduzione dei gas serra del 61% e un miglioramento dell’efficienza energetica del 55% rispetto al 1990.

Comunicare la sicurezza

L’edizione 2018 della Giornata su salute, sicurezza ambiente è stata dedicata al tema della “comunicazione efficace della sicurezza”. Se è vero che gli infortuni sono in calo, secondo le parti sociale serve uno sforzo maggiore per “rimuovere tutti i fattori che concorrono a causarli” ed è importante “impegnarsi per la diffusione della cultura della sicurezza, anche per ottenere comportamenti più consapevoli”. La diffusione della cultura della sicurezza è parte integrante delle scelte di responsabilità sociale adottate con il rinnovo contrattuale del 19 luglio scorso. Nell’accordo sono stati previsti l’ampliamento dell’attività formativa realizzata a livello nazionale e nuovi strumenti di comunicazione, a partire dal lancio di un sito internet, gestito congiuntamente dalle parti sociali, interamente dedicato alla sicurezza.