M&A veterinaria, Merck animal health acquisirà Antelliq

La divisione animal health di Merck ha annunciato di aver raggiunto un accordo di oltre tre miliardi di euro per l'acquisto definitivo al 100% della società francese

Novità per la M&A veterinaria. La divisione animal health di Merck ha annunciato di aver raggiunto un accordo di oltre tre miliardi di euro per l’acquisto definitivo al 100% di Antelliq società francese attiva nell’identificazione e monitoraggio digitale degli animali.

L’accordo

Il gruppo farmaceutico statunitense acquisirà le azioni di Antelliq e si caricherà del suo debito di 1,15 miliardi di euro, che intende rimborsare dopo la chiusura dell’acquisizione. In questo modo Merck animal health amplierà la base dei suoi clienti e il proprio portfolio prodotti. Non è un caso che Antelliq sia finita nel mirino della multinazionale statunitense. Il business di Antelliq, infatti, negli ultimi 12 mesi ha fatturato circa 360 milioni di vendite.

C’è chi vende e chi compra

La decisione di Merck di rinforzarsi in questa fetta di mercato va in parte controcorrente. Di recente molte aziende hanno deciso di liberarsi delle proprie divisioni veterinarie per rafforzarsi maggiormente in altre aree. Si pensi a Bayer che ha dato via a un progetto di ristrutturazione aziendale anche attraverso una serie di tagli del personale. Stessa cosa per Eli Lilly che a inizio 2018 ha deciso di distaccarsi dalla divisione animal health, Elanco, con un’offerta pubblica di 1,5 miliardi di dollari. Nel 2016, invece, ha tenuto banco l’accordo tra Sanofi e Boehringer Ingelheim per lo scambio di due asset. Da una parte Merial, il business animale di Sanofi passato a Boehringer e la consumer health dell’aziende tedesca passata invece ai francesi. Proprio Boehringer, tra l’altro, intende investire circa 380 milioni di dollari nell’area veterinaria, anche a scapito del personale in altri settori.