M&A, Cinven e Advent insieme per acquisire Nestlé skin health

I due fondi di private equity hanno deciso di unire gli sforzi e affrontare una spesa che, secondo alcuni analisti, potrebbe aggirarsi intorno ai sei miliardi di euro

menarini

I due fondi di private equity Cinven e Advent insieme per una grande acquisizione e acquistare Nestlé skin health. La notizia data da Reuters apre un nuovo capitolo sulle vicende che vedono coinvolta Nestlé, decisa a rivedere il proprio assetto societario.

Le intenzioni

La valutazione per l’operazione è di circa sei miliardi di euro. Altre private equity come Blackstones, Carlyle, Eqt avevano espresso interesse dopo che a settembre Nestlé aveva dichiarato di vendere il proprio asset. La corsa è serrata anche perché ci sono altre importanti industrie interessate. Beiersdorf, Allergan, Henkel, Johnson & Johnson, L’Oreal, Pfizer e Unilever. L’unità per la salute della pelle del gruppo racchiude al suo interno marchi come Cetaphil, Proactiv e Restylane. Nel 2017 ha fatto registrare vendite per 2,8 miliardi di dollari, corrispondenti a circa il 3% del fatturato totale di Nestlé. La divisione in questione è stata costituita nel 2014, dopo l’acquisizione di Galderma.

Pressioni interne

Come già scritto a settembre 2018 Nestlé starebbe subendo pressioni da parte dell’hedge fund gestito da Daniel Loeb. Per Loeb bisogna spingere con convinzione su un rapido riposizionamento societario, con l’obiettivo di migliorare i rendimenti. Paul Bulcke, presidente ed ex Ceo di Nestlé ha dichiarato che è necessario “potenziare la strategia sui prodotti alimentari, sulle bevande e sul settore della salute nutrizionale, così da offrire migliori opportunità per una crescita redditizia a lungo termine”.