Farmaci, il Chmp raccomanda l’approvazione di sei medicinali (tra cui due biosimilari)

Il comitato per i medicinali per uso umano dell’Ema ha dato parere positivo per fremanezumab, dacomitinib, due biosimilari a base di adalimumab e due generici a base di atazanavir. Parere negativo invece per doxorubicina

il decreto calabria

Il comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Ema ha raccomandato l’approvazione di sei farmaci in occasione della riunione di gennaio. Si tratta di fremanezumab, dacomitinib, due biosimilari a base di adalimumab  e due generici a base di atazanavir.

I sei farmaci raccomandati dal Comitato

Secondo quanto riporta una nota diffusa dall’ente europeo, il Chmp ha adottato un parere positivo per fremanezumab, per la profilassi dell’emicrania. Il farmaco dacomitinib ha ricevuto un parere positivo per il trattamento del carcinoma polmonare non a piccole cellule localmente avanzato o metastatico, con mutazioni attivanti il recettore del fattore di crescita epidermico. Mentre l’ok è arrivato anche per due farmaci biosimilari a base di adalimumab per il trattamento di alcuni disordini infiammatori.

Il Chmp ha inoltre raccomandato la concessione di autorizzazioni all’immissione in  commercio per due medicinali generici atazanavir, per il trattamento dell’infezione da Hiv-1 negli adulti e nei bambini  di età pari o superiore a 6 anni e febuxostat per la prevenzione e il trattamento dell’iperuricemia.

Il parere negativo

Infine, il panel di  esperti ha dato parere negativo sull’autorizzazione all’immissione in commercio di doxorubicina. Sviluppato come medicinale ibrido, Doxorubicina avrebbe dovuto essere impiegato per trattare il cancro al seno e alle ovaie.