Terapia linfociti T allogenici, approvata la rimborsabilità in Germania

l sistema di assicurazione sanitaria pubblica tedesco (Gkv) ha dato il suo parere positivo a un prezzo ex-factory al netto dell'iva di 130 mila euro a infusione

In Germania è stata approvata la rimborsabilità per una terapia a base di linfociti T allogenici di Molmed. Il sistema di assicurazione sanitaria pubblica tedesco (Gkv) ha dato il suo parere positivo a un prezzo ex-factory al netto dell’iva di 130 mila euro a infusione. Il costo per paziente si baserà sulla posologia approvata, che prevede da una a quattro infusioni, fino al raggiungimento della immuno-ricostituzione, e sull’esperienza clinica, che indica una media di infusioni a paziente di poco superiore a due.

L’accordo

L’accordo sarà valido a partire dal 15 febbraio 2019 e fa seguito all’autorizzazione concessa nel febbraio 2018 e al conseguente processo di valutazione del valore del farmaco e di negoziazione del prezzo previsti dal sistema Amnog, per quanto riguarda il trattamento di pazienti adulti con leucemie ad elevato rischio di ricaduta sottoposti a trapianto aplo-identico di cellule staminali ematopoietiche (haplo-HSCT). Grazie a questo accordo, valido per i prossimi 24 mesi, il farmaco sarà prescrivibile non solo nei due centri trapianto finora autorizzati, bensì in tutti i centri di trapianto di midollo osseo operanti in Germania. Riccardo Palmisano, amministratore delegato di MolMed si è detto soddisfatto per il raggiungimento di questo step.

In Italia già disponibile

Un accordo simile è stato trovato anche in Italia nel 2017. Il prezzo ex factory, Iva esclusa, era di 149 mila euro per singola infusione, al lordo delle riduzioni di legge e di quelle selettive indicate nelle Determine Aifa del 3 luglio 2006 e del 27 settembre 2006. Inoltre, l’accordo, prevedeva un prezzo flat a paziente e una clausola di salvaguardia sul fatturato dei primi 24 mesi.