Cardiovascolare, Novartis fa squadra con Blackstone per una nuova società

La nuova biotech che sarà chiamata Anthos Therapeutics avrà un'iniezione iniziale di 250 milioni di dollari da parte della multinazionale svizzera e il fondo di private equity

Confindustria dispositivi medici

Novartis fa squadra con Blackston per una nuova società attiva nel cardiovascolare, Anthos Therapeutics che avrà sede a Cambridge, Massachussetts, Usa. La nuova biotech, come rivelano anche i media internazionali tra cui il Wall street journal, avrà un’iniezione iniziale di 250 milioni di dollari.

Team-up

Cinque mesi dopo l’acquisto della compagnia biotecnologica Clarus da parte di Blackstone per 19 miliardi di dollari, il fondo di private equity ci riprova. Stavolta l’accordo non prevede acquisizioni ma un affiancamento al gigante svizzero di Basilea. Il settore cardiovascolare è appetibile per il biotech anche se estremamente dispendioso. La ricerca e sviluppo per farmaci di questo tipo è altamente rischiosa e gli investimenti vanno via via aumentando. L’accordo era quindi necessario per condividere oneri e onori. Infatti Blackstone sta progettando una nuova molecola che possa ridurre il rischio di sanguinamento nel trattamento di alcune patologie.

Maa868

Nello specifico si parla di una molecola che Novartis ha già in pipeline e per cui Blackstone scommetterebbe e non poco. Si chiama Maa868 ed è un inibitore del fattore XI per la prevenzione di ictus e contro la fibrillazione atriale che prevede l’iniezione sottocutanea. Nei piani di Novartis l’immissione in commercio dovrebbe arrivare entro il 2022. Jay Bradner che è a capo del Novartis institutes for biomedical research è soddisfatto dell’accordo, perché ritiene che Blackstone possa davvero dare una spinta ulteriore, attraverso Anthos, allo sviluppo del farmaco.

La struttura della nuova società

La compagnia americana Anthos avrà ai vertici due anime di Novartis e Blackstone. In qualità di ceo ci sarà John Glasspool, ex capo del franchise cardiovascolare di Novartis e che è stato per un breve periodo anche in Baxalta. Coo di Anthos sarà invece Jonathan Freeman, senior adviser di Blackstone. Altre figure chiave dell’azienda saranno Paris Panayiotopoulos, managing director di Blackstone ed ex manager di Ariad Pharmaceutical che è sarà uno dei membri del board di Anthos e Craig Basson, capo dell’unità di medicina traslazionale per il cardiovascolare e il metabolico di Novartis, che entrerà nel comitato scientifico.