Farmacovigilanza, da aprile aumenteranno le commissioni Ema per le aziende

L'aumento scatterà dal primo di aprile secondo il regolamento Ue 658/2014 che include le previsioni della Commissione europea per aggiustare le tariffe sulla base dell'inflazione misurata dall'indice dei consumi. Ma bisognerà aspettare che il tutto venga ufficializzato nella Gazzetta dell'Ue

Ema

Come tutti gli anni aumenteranno le commissioni per le aziende per quanto riguarda la farmacovigilanza dell’1,7%. Un aumento che si compie tutti gli anni intorno a questo periodo.

Deadline

L’aumento scatterà dal primo di aprile secondo il regolamento Ue 658/2014 che include le previsioni della Commissione europea per aggiustare le tariffe sulla base dell’inflazione misurata dall’indice dei consumi. Ma bisognerà aspettare che il tutto venga finalizzato dalla Commissione e che le nuove decisioni vengano pubblicate sul Giornale ufficiale dell’Unione europea. Il board dell’Ema ufficializzerà l’aumento in occasione della riunione del 21 marzo.

Cosa sarà escluso

L’aumento coprirà tutte le spese per la farmacovigilanza ad eccezione delle commissioni relative ad alcune procedure per le quali Ema prevede una revisione nel 2020 in base all’inflazione tra il 2018 e il 2019.