Agrofarmaci, si rafforza la partnership tra Bayer e Sicit

Nello specifico si fa riferimento a due prodotti distribuiti in Brasile e India e che presto saranno al vaglio delle autorità regolatorie in Cina e in Sud America

Si rafforza la partnership tra Bayer e Sicit nel campo dei biostimolanti a base di amminoacidi e peptidi di origine animale per l’agricoltura. Nello specifico si fa riferimento a due prodotto distribuiti in Brasile e India e che presto saranno al vaglio delle autorità regolatorie in India e in Sud America.

L’accordo

La collaborazione tra le due aziende si rinforza ulteriormente dopo la firma dell’accordo di distribuzione esclusiva del luglio 2017, che ha garantito a Bayer la distribuzione mondiale di due prodotti a uso fogliare per varie colture. Oltre che lo sviluppo di formulazioni basate su alcune note tecnologie di Sicit nel trattamento di amminoacidi e peptidi di origine animale. “I biostimolanti rafforzano il nostro portfolio di prodotti per la protezione delle colture. Essi sono uno strumento complementare nel nostro programma integrato di gestione delle colture che aiuta gli agricoltori, in tutto il mondo, a migliorare le rese e la qualità delle loro produzioni, in modo sostenibile”, ha dichiarato Hartmut van Lengerich, capo della divisione Crop protection in Crop science, una divisione di Bayer.

“Il rafforzamento della collaborazione con Bayer rappresenta il riconoscimento della qualità del lavoro fatto da Sicit e ci permetterà di rafforzare ulteriormente la nostra presenza sui mercati internazionali”, ha dichiarato Oreste Odelli, Amministratore con la delega alle attività commerciali di Sicit.

Prospettive di crescita per Sicit

Attualmente Sicit sta completando un’operazione da 100 milio di euro con la Spac (Special purpose acquisition company) SprintItaly. L’accordo consentirà di accelerare il piano di sviluppo strategico in Italia e all’estero e potenziare gli stabilimenti esistenti di Arzignano e Chiampo. Ripercussioni positive anche per il laboratorio di R&D e per un nuovo impianto di produzione in Sud America. Al termine del processo Sicit risulterà quotata sul mercato Aim Italia e, quanto prima, al Mta.