Veterinaria, Boehringer Ingelheim lancia una borsa di studio internazionale

L’iniziativa si chiama “BVDzero” ed è dedicata ad arricchire le conoscenze sulla diarrea virale bovina. Saranno premiati dieci studenti in tutto il mondo, con un assegno da mille euro ciascuno. Candidature entro fine maggio

salute animale

Boehringer Ingelheim a caccia di studenti brillanti nelle facoltà di Veterinaria di tutto il mondo. L’azienda tedesca lancia una borsa di studio (Bvdzero 2019-2020) dedicata alla diarrea virale bovina (Bvd). Saranno premiati dieci studenti meritevoli, con un assegno da mille euro ciascuno. I vincitori parteciperanno al prossimo Congresso mondiale di buiatria in programma a Madrid nel 2020: Boehringer Ingelheim si farà carico dei costi di iscrizione e delle spese di alloggio.

I criteri

Le candidature dovranno essere presentate entro il 25 maggio 2019. L’iniziativa si rivolge agli studenti di medicina veterinaria del secondo, terzo e quarto anno, che “dimostrino passione per il settore zootecnico, in particolare per i bovini; diano prova di risultati d’eccellenza accademica; dimostrino leadership e partecipazione ad attività extra-universitarie”. I vincitori saranno selezionati da un rappresentante dell’Associazione mondiale di buiatria e dal Comitato BVDzero, composto da esperti di vari Paesi. I nomi dei premiati saranno annunciati la prima settimana di giugno.