Farmaci veterinari, arriva l’autorizzazione per mepivacaina per cavalli

Gli animali non dovranno mai essere macellati. In aggiunta l'uso del farmaco non è autorizzato su cavalli che producono latte per il consumo umano

Arriva l’autorizzazione per mepivacaina per cavalli non destinati alla produzione di alimenti. L’ok è stato dato dal ministero della Salute con l’introduzione nella Gazzetta ufficiale. Il farmaco è indicato per l’infiltrazione, il blocco nervoso, l’anestesia intrarticolare ed epidurale in cavalli non destinati alla produzione di alimenti.

Restrizioni

Ci sono alcune regole precise per l’utilizzo del medicinale. In gazzetta è specificato che gli animali non dovranno mai essere macellati per consumo umano sulla base di una dichiarazione che attesti questa esenzione. In aggiunta l’uso del farmaco non è autorizzato su cavalli che producono latte per il consumo umano. Altri elementi da tenere in considerazione riguardano il periodo di validità del medicinale confezionato per la vendita, trenta mesi. Inoltre l’azienda produttrice, l’austriaca Richter Pharma, certifica che il prodotto non contiene conservanti antimicrobici.