Fondazione Toscana life sciences, 28 milioni di euro di risorse sul territorio nel 2018

Lo scorso anno sono stati generati e attratti complessivamente, tra Fondazione Tls, imprese e gruppi di ricerca, oltre 28 milioni di euro, per un risultato complessivo di quasi 180 milioni di euro dal 2007

La Fondazione Toscana Life Sciences annuncia oggi i risultati di bilancio consuntivo 2018, segnalando un notevole e continuo incremento delle risorse totali generate e attratte, grazie alla crescita del proprio fatturato e delle risorse derivanti da progetti. In particolare sono 11 i milioni di euro di investimenti attratti nel 2018. Lo scorso anno sono stati generati e attratti complessivamente, tra Fondazione Tls, imprese e gruppi di ricerca, oltre 28 milioni di euro, per un risultato complessivo di quasi 180 milioni di euro dal 2007.

I numeri di Fondazione Tls

Il bilancio Tls si chiude con un attivo patrimoniale di oltre 10.600.000 di euro, in crescita rispetto all’anno precedente. L’utile si assesta su 71.938 euro e il patrimonio netto su 500.902 euro. Il fabbisogno in conto gestione 2018, di circa 7,83 milioni di euro, è stato coperto grazie al contributo della Fondazione Monte dei Paschi (850 mila euro). Le risorse attratte per attività e servizi, per 4.040.000 milioni di euro (+120 mila rispetto al 2017), sono arrivate soprattutto da Regione Toscana e dal Protocollo d’intesa per la valorizzazione del Polo tecnologico sulle scienze della vita di Siena. In crescita anche le entrate relative ad attività di incubazione e servizi conto terzi per 3.014.000 milioni di euro (+12% sul 2017).

Indici positivi

Nel 2018 gli indici di performance dell’incubatore sono stati ancora una volta positivi. Il fatturato complessivo si è attestato a 10,4 milioni di euro con una crescita del 41% rispetto all’anno precedente. Gli investimenti e l’attrazione di risorse si avvicinano agli 11 milioni di euro (raggiungendo quota 91,1 milioni di euro cumulati dal 2007) e l’occupazione (303 addetti, +25%, a cui si aggiungono i 44 di Tls) registra un 35% del personale impegnato in attività di ricerca e sviluppo. Le collaborazioni, gli accordi e le licenze sono incrementate complessivamente del 11,6% (346 totali) rispetto al dato cumulativo raggiunto nel 2017. Sul fronte dei servizi, il già ampio portfolio risulta incrementato e conta complessivamente 93 diverse tipologie di offerta. Si mantiene alta anche la produzione scientifica, con 89 nuove pubblicazioni complessive tra Tls e realtà del bioincubatore (433 articoli scientifici dal 2007). Segno più anche sul fronte dell’attrazione con nove nuovi soggetti (4 incubati e 5 affiliati) che entrano a far parte dell’ecosistema di Tls, per un totale di 42 realtà afferenti.

I progetti nazionali e internazionali 

Sono varie le progettazioni oltre confine di Tls. Due esempi su tutti. Il primo è Regions4PerMed (Interregional coordination for a fast and deep uptake of personalised health), progetto europeo quadriennale di cui Tls è coordinatore. Questo progetto è volto a elaborare linee guida a supporto dei futuri programmi di ricerca e innovazione sul tema della medicina personalizzata. Il secondo è AI4Diag (Strategic Cluster Partnership for increased competitiveness of European medical diagnostics Smes thanks to artificial intelligence). Questo progetto, di cui Tls è partner ha lo scopo di favorire la collaborazione tra cluster europei al fine di migliorare la competitività delle Pmi diagnostiche e supportarle nella valorizzazione delle opportunità che l’intelligenza artificiale offre.

La ricerca

Sul fronte della ricerca Tls è partner di due Erc research projects nell’ambito della vaccinologia (vAMRes e OMVac). Un nuovo progetto Erc (VACCIBiome) sarà avviato a settembre 2019. Inoltre, si stanno sviluppando attività di servizio con aziende del calibro di Menarini, Gsk e Alfasigma.