Gaurav Shah entra nel Cda di Altheia Science

Rizzardi, presidente di Altheia Science: “Sono convinto che l'esperienza, il talento e il track record di Gaurav ne facciano uno straordinario manager a livello internazionale nel campo della terapia genica”

Gaurav Shah, Ceo di Rocket Pharmaceuticals, entra nel Consiglio di amministrazione di Altheia Science, la startup pionieristica fondata da due scienziati italiani di fama mondiale, Alessandra Biffi e Paolo Fiorina (con una grande esperienza nelle malattie autoimmuni e nella terapia genica e cellulare) insieme con la società di trasferimento tecnologico AurorA-TT. La startup milanese ha siglato un accordo di licenza con il Boston Children’s Hospital per poter sviluppare farmaci per le malattie autoimmuni, concentrandosi in una prima fase su sclerosi multipla e diabete per poi passare all’oncologia. Lo scorso gennaio Altheia Science  ha chiuso il suo primo round di finanziamenti a 17 milioni di euro, grazie a una compagine di investitori tutta italiana.

Obiettivo: Pd-L1

La grande sfida per Biffi, professoressa di Pediatria all’Università di Padova e fino a settembre 2018, direttrice del programma di terapia genica presso l’Harvard Stem Cell Institute, è passare dalla cura di malattie monogeniche, causate cioè da difetti in un singolo gene, a quelle multifattoriali, che presentano sia componenti genetiche, sia ambientali. “L’idea nuova alla base del nostro approccio contro diabete e tumori – spiega Biffi – è modulare l’espressione di un gene, il Pd-L1, nelle cellule staminali ematopoietiche dei pazienti per attaccare queste malattie. Pd-L1 è un elemento chiave nella regolazione del nostro sistema immunitario e non deve perciò essere differenziato per affrontare diverse malattie autoimmuni, poiché i meccanismi alla base di queste condizioni sono gli stessi, legati cioè a una disregolazione del sistema immunitario”.

Esperienza e talento

“Sono convinto che l’esperienza, il talento e il track record di Gaurav ne facciano uno straordinario manager a livello internazionale nel campo della terapia genica” ha spiegato Paolo Rizzardi, presidente di Altheia Sceince. “Sono sicuro darà ad Altheia credibilità e massa critica, rafforzando i nostri obiettivi di sviluppare terapie trasformative e divenire un player internazionale nel campo della terapia cellulare e genica”.