Antibiotico-resistenza: l’Oms approva una risoluzione

Il testo approvato dall’Assemblea mondiale della sanità chiede di intensificare gli sforzi e finanziare adeguatamente i piani d’azione contro i “super batteri”

antibiotico-resistenza

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) invita gli Stati membri a intensificare gli sforzi contro il fenomeno dell’antibiotico-resistenza. Lo fa con una risoluzione approvata oggi dall’Assemblea mondiale della sanità in corso a Ginevra. Ad annunciarlo è un comunciato stama dell’Oms. Il testo della risoluzione (non ancora disponibile) esorta anche a finanziare adeguatamente i piani d’azione nazionali multisettoriali contro i super batteri.

Le richieste

Nel dettaglio, la risoluzione concordata oggi dagli Stati membri esorta a rafforzare le misure di prevenzione e controllo delle infezioni, comprese quelle che riguardano l’igiene e la salubrità dell’acqua. Invita, inoltre, a migliorare la partecipazione al sistema di sorveglianza antimicrobica globale; a garantire un uso prudente degli antimicrobici e sostenere l’indagine annuale di autovalutazione multisettoriale.

La risoluzione chiede in particolare al direttore generale dell’Oms di insistere con il sostegno ai singoli Paesi nell’attuazione dei piani di azione locali e di contribuire a mobilitare le risorse finanziarie necessarie, in collaborazione con altre agenzie e partner delle Nazioni Unite. Al dg si chiede anche di mantenere l’elenco dell’Oms che riporta gli antimicrobici di importanza critica per la medicina umana e di tenere gli Stati membri informati sul lavoro portato avanti dall’Oms in collaborazione con l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura, l’Organizzazione mondiale per la salute degli animali e le agenzie dell’Onu.