Human Technopole: bando per un nuovo edificio dedicato ai laboratori

Sarà la sede principale per i ricercatori, con 800 postazioni di lavoro. Previste anche aree comuni, mensa, sale riunioni e uffici amministrativi. L’obiettivo è completarlo entro tre anni

Un nuovo edifico completerà Human Technopole. Sarà la sede principale dei laboratori, con 800 postazioni per i ricercatori, ma anche aree comuni, mensa, sale riunioni e uffici amministrativi.  Lo prevede un bando internazionale annunciato oggi da Fondazione Human Technopole e Arexpo.

Il nuovo edificio

Il nuovo edificio, spiega un comunicato di Human Technopole, occuperà una superficie massima di 35mila metri quadrati all’interno del Milano Innovation District (Mind). Una volta completato, ospiterà laboratori, strumentazioni scientifiche e fino a 800 postazioni di lavoro per ricercatori. Nel complesso potrà accogliere mille addetti.

Tempi e costi

“La progettazione e la costruzione del nuovo edificio – commenta Marco Simoni, presidente della Fondazione Human Technopole Marco Simoni – rappresentano un importante passo in avanti nella realizzazione dello Human Technopole. Si tratta per noi di un investimento molto importante perché il costo massimo dell’opera stabilito dal bando è di 94,5 milioni di euro”. Un milione di euro, invece, è stato stanziato dal bando per la progettazione dell’opera, come spiegato oggi a Milano nel corso di una conferenza stampa. Per quanto riguarda i tempi, Simoni spiega: “Data la sua importanza abbiamo previsto una rigida tabella di marcia per la sua realizzazione: il progetto deve consentire un processo di costruzione da completare in massimo 1.100 giorni consecutivi, pari a circa tre anni”.

La gara

Human Technopole è committente delle prestazioni di progettazione mentre Arexpo funge da stazione appaltante su delega. Il direttore generale di Arexpo Marco Carabelli dichiara: “La collaborazione tra Arexpo e Human Technopole – afferma Marco Carabelli, direttore generale di Arexpo – ha già dato risultati concreti con la rifunzionalizzazione di Palazzo Italia che già oggi è la sede di Human Technopole e che sarà completata questa l’estate”. La gara prevede due fasi consecutive: nella prima vi sarà una procedura anonima per individuare le sette migliori proposte progettuali, che accederanno alla fase successiva. Nella seconda parte del processo di selezione, sempre in forma anonima, si individuerà il vincitore. Il progetto dovrà riflettere il concetto di “apertura” che connota Human Technopole: per esempio, ospiterà spazi e soluzioni che incoraggino gli incontri, lo scambio di idee e conoscenze tra i ricercatori. Inoltre, una parte dell’edificio dovrà essere dedicata a visitatori, laboratori di formazione, laboratori congiunti e attività di start up.