Parità di genere, a Novartis Italia la ‘Mela d’oro’ 2019 della Fondazione Bellisario

Lo ha stabilito la giuria del Premio Azienda work life balance friendly 2019, un riconoscimento nazionale dedicato alla gender equity, promosso dalla Fondazione Marisa Bellisario in collaborazione con Confindustria

È Novartis l’azienda che in Italia si è maggiormente distinta nella tutela e valorizzazione del lavoro femminile, con un impegno particolare nelle politiche di conciliazione famiglia lavoro. Lo ha stabilito la giuria del Premio Azienda work life balance friendly 2019, un riconoscimento nazionale dedicato alla gender equity, promosso dalla Fondazione Marisa Bellisario in collaborazione con Confindustria.

La mela d’oro

La tradizionale ‘Mela d’Oro’, che la Fondazione Bellisario riconosce a chi dimostra di saper valorizzare il lavoro e la professionalità femminili, è stata consegnata da Licia Mattioli, vicepresidente di Confindustria per l’internazionalizzazione, al Country president e Amministratore delegato di Novartis Italia, Pasquale Frega. La cerimonia pubblica si è tenuta il 13 giugno a Roma agli studi Rai Fabrizio Frizzi e  sarà in onda su Rai 1 il 22 giugno. “È un onore ricevere questo riconoscimento”, ha dichiarato Frega. “Il nostro è un impegno che si sviluppa tanto sul piano culturale quanto su quello organizzativo. L’obiettivo è costruire un’azienda sempre più dinamica e inclusiva. Per Novartis questo significa anche ripensare profondamente il modo di lavorare. Diamo il massimo spazio di espressione alle potenzialità individuali e alle diversità, a partire da quella di genere”, continua Frega. Tra l’altro, lo stesso Frega ha incontrato il 14 giugno mattina il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale in occasione della visita riservata ai vincitori della Mela d’oro.

Gender equity, un tema per tutte le imprese italiane

“Con questo premio vogliamo dare il giusto rilievo a quanto di nuovo e positivo avviene nelle imprese italiane sul fronte della gender equity”, sottolinea a sua volta Lella Golfo, presidente della Fondazione Marisa Bellisario. “Da 30 anni, questa Fondazione si impegna con determinazione perché alle migliori energie femminili sia assicurata la possibilità di emergere. Da ciò sappiamo può arrivare un contributo unico alla crescita sociale e civile del paese”.

Un po’ di numeri

Le donne rappresentano oggi il 43% degli oltre 2500 collaboratori di Novartis in Italia e il 52% del management. Sono anche la maggioranza tra i nuovi assunti, e la quota rosa in azienda è cresciuta di più del 4% negli ultimi anni. Per quanto riguarda le retribuzioni, l’obiettivo è ridurre nei prossimi cinque anni il divario di genere. L’impegno è stato reso pubblico con il sostegno offerto all’Equal pay international coalition (Epic), iniziativa promossa dall’Onu e dall’Ocse.