Lameplast passa a Tekni-Plex

Il fondo proprietario Aksìa Capital IV cede il 100% della società di packaging modenese all'azienda americana, anch'essa attiva nel campo degli imballaggi

L’italiana Lameplast passa a Tekni-Plex, società americana che si occupa di sviluppo e produzione di materiali da imballaggio. La valutazione dell’operazione, secondo quanto rivela la Gazzetta di Modena è di circa 88 milioni di euro.

Il passaggio

La transazione prevede il passaggio del 100% di Lameplast ai nuovi proprietari. Aksìa Capital IV, fondo di Aksìa Group che deteneva le quote di maggioranza dell’azienda di Rovereto di Novi (Modena) dal 2016 ha deciso questo disinvestimento nonostante i numeri positivi della società. La produzione di contenitori monodose, flaconi e imballaggi destinati a cosmetica e farmaceutica nel 2018 ha fatturato quasi 26 milioni di euro (rispetto ai 22 del 2017). Consulenti dell’operazione per i venditori sono stati Lincoln International (finanziario), Accinni Cartolano Studio Legale (legale), Studio Russo De Rosa (fiscale) e PwC (contabile).

I soggetti coinvolti

Chi sono le società coinvolte nell’operazione? Da una parte c’è Lameplast, azienda made in Carpi (MO) fondata nel 1976. Si occupa di produrre flaconcini, imballaggi, strip multidose e contenitore monodose. Lavora nel settore della cosmetica e nel farmaceutico. I nuovi proprietari americani sono anch’essi attivi nel settore degli imballaggi, spaziando dal farmaceutico all’alimentare fino all’igiene personale e settore domestico. Ha un fatturato di oltre 860 milioni ed è partecipata dal fondo di private equity Genstar Capital.