Vendita Animal health di Bayer, spunta l’ipotesi Elanco

Le due società hanno iniziato una fase di studio per capire se l'accordo è possibile. Sul tavolo varie ipotesi, anche se rimane alto l'interesse di numerose società di private equity

Bayer

C’è una soluzione nuova nell’intricato gioco finanziario-economico sulla vendita di Animal health di Bayer. Di recente, a quanto rivela Reuters, sembra che il gigante di Leverkusen abbia avvicinato lo spinoff di Eli Lilly, Elanco, per un possibile accordo.

Se son rose fioriranno

Se davvero dovesse andare in porto questa ipotesi, nascerebbe un soggetto nel mercato della salute animale di proporzioni titaniche. Elanco è il quarto operatore in questo mercato seguito proprio da Bayer e l’unione tra i due metterebbe in serie difficoltà Zoetis, Boehringer Ingelheim e Merck. Ma un ostacolo potrebbe essere il peso dell’operazione. I tedeschi vorrebbero vendere per almeno 6-7 miliardi di dollari, ossia metà circa del valore di mercato di Elanco stessa. Una bella sfida per l’azienda di Greenfield, Indiana (Usa). L’indebitamento è dietro l’angolo.

Altri spasimanti

L’opzione Elanco potrebbe anche prevedere una sorta di compartecipazione tra le due aziende. Tuttavia Bayer ha già avuto offerte allettanti. Le società di private equity Cvc, Advent International, Bc Partners and a Cinven-Permira sarebbero interessate a esborsi considerevoli. Alcuni analisti parlano di possibili offerte da quasi otto miliardi di dollari.

Clicca qui per richiedere la rivista