AboutPharma Digital Awards: tutti i nomi della giuria 2019

Sono venticinque gli esperti chiamati a decretare i vincitori e sarà possibile candidare il proprio progetto fi€no al 13 settembre. La serata di gala si svolgerà a Milano il prossimo 7 novembre

Aboutpharma

Da quando a inizio giugno sono state pubblicate le linee guida dell’edizione 2019 degli AboutPharma Digital Awards è iniziato il consueto fermento di tutti i protagonisti dell’innovazione digitale: la casella email inizia ad affollarsi, i telefoni a squillare, il traffico sul sito dedicato inizia a produrre quei grafici tanto cari a chi si occupa di digital marketing, le dem aggiungono livelli di open rate oltre i valori medi del settore, i post sui social network iniziano a sfiorare la viralità.

Tutto ciò conferma, semmai ce ne fosse bisogno, che vincere un AboutPharma Digital Awards rappresenta oggi un concreto riconoscimento di valore. Rappresenta inoltre un motivo di orgoglio per il team direttamente coinvolto e per l’azienda tutta. Nel corso degli ultimi sei anni abbiamo assistito a una crescita costante sia del numero delle candidature inviate sia della qualità e complessità dei progetti presentati. È la testimonianza di una reale digital transformation che investe tutto il settore healthcare. Per questo motivo quest’anno abbiamo deciso di ampliare ulteriormente la giuria arricchendola di nuove “figure professionali” per poter garantire la massima collegialità nel giudizio dei progetti candidati. Come sempre il ruolo di Hps-AboutPharma vuole essere quello di garante della trasparenza delle premiazioni confermando la scelta di non prendere parte né direttamente né indirettamente alla valutazione dei progetti in gara.

AboutPharma digital awards, Il ruolo delle istituzioni

Anche nell’edizione numero sette è confermata la componente istituzionale. In un settore tanto regolamentato come l’healthcare, i progetti non devono soltanto avere un’importante valenza digitale ma prima ancora devono essere al servizio dell’intero sistema salute. A valutare i progetti saranno Massimiliano Boggetti (Confindustria Dispositivi Medici), Agostino Carloni (Farmindustria), Roberto Cavazzoni (Associazione nazionale imprese salute animale), Fiorenzo Corti (Federazione italiana medici di medicina generale), Claudio Cricelli (Società italiana di medicina generale e delle cure primarie), Marco Melosi (Associazione nazionale medici veterinari italiani), Cristiana Montani Natalucci (Cittadinanzattiva), Emanuela Pieroni (Agenzia italiana del farmaco), Annarosa Racca (Federfarma Lombardia) e Michele Uda (Assogenerici).

Le università

L’università ha sempre avuto un ruolo preferenziale per Hps-AboutPharma che, da sempre impegnata nella formazione con AboutAcademy, ha stretto nel tempo diverse partnership con docenti universitari di alto profilo. Per la prima volta in giuria entra Roberto Adrower dell’Università la Sapienza di Roma. Gradite conferme invece per Guendalina Graffigna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Paolo Mariani dell’Università degli studi Milano-Bicocca, Francesco Tissoni dell’Università Statale di Milano e Luca Toschi dell’Università di Firenze.

I tecnici

La giuria si completa con la componente tecnica, una serie di figure apicali che a vario titolo lavorano direttamente a contatto con l’innovazione digitale. Molte le new entry per la prossima edizione. Quest’anno entrano in giuria Raimondo Anello, Head of innovation di Ericsson, Roberto Ascione, chairman di Frontiers health, Alberto Carlini, healthcare industry manager di Google, Federico Ferrazza, direttore di Wired, Teresa Minero, chair of Italy, Pharma 4.0, Eu leadership team di Ispe, Valerio Perego, sector lead largo consumo di Facebook.

Confermati alcuni “amici storici” degli AboutPharma Digital Awards. Ci sono ad esempio, Roberto Liscia, presidente di Netcomm, Sergio Pillon, Ao San Camillo di Roma e coautore delle linee di indirizzo nazionali sulla Telemedicina, Eugenio Santoro, ricercatore dell’Istituto Mario Negri, Roberto Valenti, chairman dell’American Chamber of commerce e Roberto Volpe, ricercatore del Cnr.

A tutte queste figure coinvolte va il nostro sincero ringraziamento non solo per l’impegno che metteranno nella valutazione dei progetti, ma per l’entusiasmo dimostrato appena contattati. Fino al 7 novembre quindi, data della serata di gala durante la quale verranno proclamati i vincitori, nessuno se non lo staff strettamente coinvolto nell’organizzazione della serata, conoscerà il nome di chi si aggiudicherà gli awards. Fino al fatidico “and the winner is…”