Biosimilari, accordo tra Sandoz e Polpharma per un farmaco contro la sclerosi multipla

L'operazione prevede l'acquisto da parte della controllata di Novartis dal laboratorio polacco dei diritti di commercializzazione a livello mondiale di un medicinale sperimentale del natalizumab per il trattamento di questa malattia

biologici e biosimilari

Sandoz ha acquisito dal laboratorio polacco Polpharma Biologics i diritti di commercializzazione a livello mondiale di un biosimilare sperimentale del natalizumab per il trattamento della sclerosi  multipla. Il medicinale viene utilizzato per il trattamento della sclerosi multipla recidivante-remittente, sintomo colpisce l’85% dei pazienti con questa patologia.

Sandoz-Polpharma, i termini dell’accordo

Secondo i termini dell’accordo, Polpharma rimarrebbe responsabile dello sviluppo clinico del  farmaco, oggetto di uno studio di fase III. Mentre la divisione di Novartis che si occupa di biosimilari a livello mondiale, avrà il compito di commercializzare e distribuire il prodotto sul mercato.

I dettagli finanziari dell’accordo

I dettagli finanziari  dell’operazione sono soggetti a una clausola di riservatezza. Anche se Sandoz precisa che l’acquisizione dei diritti di distribuzione della replica sperimentale di questo farmaco biologico – commercializzato  congiuntamente da Biogen ed Elan – è la quinta operazione di questo tipo in 9 mesi. I dettagli finanziari  dell’operazione sono soggetti a una clausola di riservatezza, secondo  una nota diffusa oggi.