Una nuova terapia digitale per il disturbo depressivo maggiore

La startup daVinci Digital Therapeutics e lo psichiatra Valerio Rosso hanno annunciato la collaborazione per lo sviluppo di una nuova prescrizione digitale terapeutica mista in grado di curare la patologia sia come trattamento autonomo sia in combinazione con un farmaco antidepressivo specifico

terapia digitale disturbo depressivo maggiore

È partito il progetto per sviluppare una nuova terapia digitale per il trattamento del disturbo depressivo maggiore. La collaborazione tra la startup daVinci Digital Therapeutics e lo psichiatra e blogger Valerio Rosso, dovrebbe portare a un software in grado di curare la patologia sia come trattamento autonomo sia in combinazione con un farmaco antidepressivo specifico. Lo sviluppo delle terapie digitali si baserà – come precisano le due parti in una nota stampa – sugli approcci più efficaci per il trattamento dei disturbi mentali comuni, tra cui la terapia cognitivo comportamentale, l’intervista motivazionale e la psicoeducazione.

Un problema non da poco

Secondo alcuni dati la depressione sarebbe il più grande problema di salute del mondo, con una disabilità maggiore rispetto a qualsiasi altra malattia e un importante contributo all’epidemia globale di malattie croniche. Dati recenti mostrano che l’onere globale della malattia mentale rappresenta il 32,4% degli anni vissuti con disabilità (YLD) e il 13 % degli anni di vita adeguati alla disabilità (DALY), collocando la malattia mentale al primo posto nell’onere globale della malattia in termini di YLD, allo stesso livello con malattie cardiovascolari e circolatorie in termini di DALYs.

Superare gli ostacoli

“Questa collaborazione consentirà di superare alcuni dei principali ostacoli al trattamento della salute mentale, come l’accesso e lo stigma” ha affermato Valerio Rosso. “La digital therapeutics si basa su prove cliniche randomizzate e rappresenta probabilmente l’opzione terapeutica più avanzata per il trattamento delle malattie croniche. La terapia digitale per le malattie mentali può migliorare i risultati clinici a costi molto più bassi per i pazienti e gli operatori sanitari”.

Prossimi progetti

La terapia digitale sarà sviluppata secondo i nuovi standard di sicurezza e privacy dei dati, la sicurezza informatica, l’efficacia clinica, l’esperienza/aderenza dell’utente e l’integrazione dei dati recentemente pubblicati.  La piattaforma daVinci Digital Therapeutics per i disturbi della salute mentale e l’interfaccia utente sarà sviluppata in collaborazione con un istituto tecnologico leader per includere soluzioni di assistenza digitale basate sull’intelligenza artificiale e l’elaborazione del linguaggio naturale. I progetti successivi riguarderanno lo sviluppo di nuove terapie digitali per malattie come attacchi di panico, disturbi alimentari, ADHD e autismo.