La value based healthcare al banco di prova della cronicità

Il prossimo 8 ottobre si svolgerà a Roma un convegno organizzato da HPS Aboutpharma aperto a istituzioni, medici, pazienti e professionisti della salute *IN COLLABORAZIONE CON UCB

Assistenti digitali

La value based healthcare come bussola per conciliare i bisogni del paziente con l’alto costo delle tecnologie che caratterizza sempre più le nuove terapie e i servizi collegati, anche nel settore nevralgico della cronicità. Come trovare la quadra è proprio l’oggetto del convegno in programma a Roma il prossimo 8 ottobre, nella Sala Capitolare del Chiostro del Convento di S. Maria sopra Minerva, in Piazza della Minerva 38. L’evento dal titolo “La Value Based Healthcare nel contesto della cronicità” è stato organizzato da HPS AboutPharma in collaborazione con UCB.

Temi in discussione

Il convegno si rivolge a clinici impegnati nella gestione delle cronicità (medici di medicina generale e specialisti); società scientifiche; istituzioni sanitarie; direzioni di Asl e ospedali; distretti sanitari; farmacisti; associazioni di pazienti. I partecipanti si confronteranno sui seguenti aspetti:

  • la sfida della cronicità per il Servizio sanitario nazionale: come la value based medicine può rispondere alle crescenti esigenze di salute dettate dai cambiamenti demografici;
  • principali obiettivi del Piano nazionale cronicità: stato dell’arte e principali provvedimenti adottati dalle Regioni;
  • focus sull’osteoporosi: un caso di fragilità;
  • costi stimati economici e sociali dell’assistenza a lungo termine;
  • fattori determinanti per l’empowerment e l’engagement del paziente nel percorso di cura;
  • comunicazione efficace tra clinico e paziente.

La partecipazione è gratuita, il convegno ha un’impostazione interattiva: ciascuna area tematica sarà affrontata mettendo a confronto diversi punti di vista attraverso il format della tavola rotonda con una sessione di dibattito finale tra i partecipanti.

Il contesto

Il dibattito romano prende spunto dal Piano Nazionale Cronicità (Pnc) approvato dal Ministero della Salute nel 2016, pensato per fronteggiare il progressivo aumento delle patologie e delle fragilità connesse all’invecchiamento della popolazione. Fenomeno questo che implica notoriamente un grande impegno di risorse sanitarie, sociali e assistenziali per lunghi periodi, presupponendo la forte integrazione dei servizi sanitari con quelli sociali. In tale contesto gli obiettivi di cura sono finalizzati alla stabilizzazione del quadro clinico e dello stato funzionale, alla minimizzazione della sintomatologia, alla prevenzione della disabilità e al miglioramento della qualità di vita. Alla base del Pnc c’è l’idea di una diversa modalità di gestione delle malattie croniche, centrata su prevenzione e diagnosi precoce, gestione integrata dei percorsi di cura, Pdta condivisi e codificati per i vari stadi di patologia, centralità della persona ed empowerment dei pazienti/caregiver, da educare all’autogestione della malattia per facilitare la personalizzazione della cura.

 in collaborazione con UCB