Eccellenze d’impresa 2019, Exom Group trionfa nella categoria startup

Il riconoscimento, promosso da Gea, Harward business review e Arca Sgr con il patrocinio di Borsa italiana, è rivolto a imprese operanti in Italia che si siano distinte per performance di eccellenza. Per Exom premiate le soluzioni digitali sviluppate per aiutare i medici ricercatori a gestire al meglio le complessità degli studi clinici

Exom group

Va a Exom Group il premio Eccellenza d’impresa 2019 nella categoria startup. Il riconoscimento, promosso da Gea consulenti di direzione, Harward business review e Arca Sgr con i patrocinio di Borsa italiana, è rivolto a imprese operanti in Italia che si siano distinte per performance di eccellenza nel proprio settore.

La proposta di Exom Group

Nella sezione riservata alle giovani imprese innovative ha trionfato Exom Group. L’azienda ha messo a punto delle soluzioni per aiutare i medici ricercatori a gestire al meglio le complessità degli studi clinici. Nello specifico, ha proposto le sue due più avanzate soluzioni digitali per il coinvolgimento del paziente: Genius Engage (consenso informato elettronico che migliora la comprensione e la consapevolezza del paziente che decide di partecipare a uno studio clinico) e Genius Rosa (piattaforma di telemonitoraggio che consente al paziente di misurare molti parametri funzionali da casa senza dover raggiungere il centro clinico, e al medico di di vedere in tempo reale i valori misurati da remoto che vengono poi inseriti automaticamente nel data base dello studio).

Il digitale al servizio degli studi clinici

“Sono onorato del premio”, ha commentato Luigi Visani, amministratore delegato di Exom Group. “Da alcuni anni abbiamo intrapreso il progetto di modernizzazione e semplificazione dei complessi processi dello sviluppo clinico dei farmaci. In che modo? Attraverso l’utilizzo delle più innovative tecnologie digitali unite alle capacità professionali delle varie figure operative. Accorciare i tempi dello sviluppo e ridurne i costi rappresenta un grosso beneficio non solo per le aziende e gli enti che si fanno carico di sostenere tali spese, ma anche per i pazienti che potranno così avere accesso a cure innovative in tempi più brevi. A cominciare da una partecipazione attiva agli studi clinici. Questo premio conferma la validità della nostra visione strategica e ci rafforza nella determinazione di diventare l’azienda più innovativa nel settore dei servizi per la ricerca clinica, non solo in Italia ma anche in Europa”.

Il vincitore assoluto

Il gruppo Bonfiglioli invece si è aggiudicato il premio come vincitore assoluto e in quello della categoria “crescita e sostenibilità”. Nella categoria “innovazione e tecnologia”, il premio è andato a Bsp pharmaceuticals, per l’impegno proposto nella lotta contro il cancro.