L’amministrazione Trump fa causa a Gilead per i diritti sulla profilassi Hiv

La società farmaceutica è accusata di aver tratto miliardi di dollari dalla ricerca federale sulla profilassi pre-esposizione (PrEP), senza aver pagato le royalties

Trump fa causa a Gilead

L’amministrazione Trump ha citato in giudizio Gilead Sciences accusando la società di aver guadagnato miliardi dalla ricerca finanziata dai contribuenti senza aver pagato le royalty, come riporta il New York Times. L’azienda statunitense è impegnata nella ricerca e vendita di farmaci per la prevenzione dell’Hiv, che possono costare ai pazienti fino a 20mila dollari all’anno. Due sono in particolare i prodotti in questione: Truvada e Descovy, che possono essere assunti una volta al giorno per prevenire l’Hiv, strategia chiamata profilassi pre-esposizione o PrEP. Secondo il governo la società avrebbe violato i brevetti di proprietà del Dipartimento della salute e dei servizi umani e rifiutato i tentativi del dipartimento di concedere in licenza i suoi brevetti e riscuotere i diritti d’autore.

Eliminare l’Hiv entro il 2030

Un accesso più ampio alla PrEP rientra nei piani del governo che, come ha annunciato a febbraio, si è posto l’obiettivo di ridurre le infezioni da Hiv del 75% nell’arco di cinque anni. Ponendo così fine all’epidemia di Hiv negli Usa entro il 2030. Secondo i critici però, l’elevato prezzo del farmaco ne limita l’accessibilità alle persone ad alto rischio, che hanno redditi bassi. Vanificando così gli sforzi del governo.

Le parole del governo

“Gilead deve rispettare il sistema brevettuale degli Stati Uniti, il lavoro dei ricercatori dei Centers for Diseases Control and Prevention (Cdc) e i notevoli contributi versati dai contribuenti per lo sviluppo di questi farmaci”, ha dichiarato Alex M. Azar II, segretario per la salute e i servizi umani, in una nota, riferendosi ai Cdc. “La denuncia presentata oggi mira a garantire che lo faccia”.

La risposta di Gilead

Secondo quanto riporta ancora il quotidiano newyorkese, Gilead non avrebbe risposto a una richiesta di commento inviata nei giorni scorso, ma in precedenza aveva affermato che le richieste di brevetto del governo non sono valide e che altri avevano elaborato il concetto di PrEP prima del governo. Il Dipartimento della Salute ha dichiarato che centinaia di milioni di dollari dei contribuenti sono andati alla ricerca che ha portato ai brevetti del governo. Attualmente, Truvada e Descovy sono gli unici farmaci approvati dalla Fda per la prevenzione dell’Hiv.

Prossimi studi

Descovy, approvato ad ottobre, contiene una nuova versione di tenofovir, il principio attivo di Truvada, che si prevede sarà sostituito a breve da Descovery. L’approvazione però avrebbe escluso “persone che hanno rapporti sessuali vaginali recettivi”, poiché Gilead lo ha testato solo negli uomini e nelle donne transgender. La Fda richiederà quindi all’azienda di studiare il farmaco sulle donne cisgender.

La versione generica

In Africa, la versione generica di Truvada costa circa 60 dollari per paziente all’anno. Gilead ha citato in giudizio le società che hanno cercato di portare i prodotti più economici negli Stati Uniti, tenendole fuori dal mercato dopo accordi segreti.