Farmaci veterinari: Ema riunisce gli stakeholder sulla strategia 2025

Il 5 e 6 dicembre l’Agenzia europea dei medicinali organizza un workshop per approfondire i contenuti della bozza della "Regulatory science strategy to 2025” sottoposta a consultazione pubblica. Il documento finale è atteso nella prima parte del 2020

farmaci veterinari

L’Agenzia europea dei medicinali (Ema) chiama a raccolta veterinari, istituzioni accademiche, associazioni di categoria e autorità regolatorie sulla “Regulatory Science Strategy to 2025”, un piano per innovare la regolamentazione dei farmaci (umani e veterinari) nei prossimi cinque anni. Sulla scia di un’iniziativa simile organizzata per i farmaci a uso umano (18-19 novembre 2019), l’agenzia organizza ad Amsterdam un workshop “multi-stakeholder” con i protagonisti della salute animale: l’appuntamento è il 5 e 6 dicembre. L’adozione della nuova strategia è attesa per la prima parte del 2020.

Ascoltare gli stakeholder

Una bozza della “Regulatory Science Strategy to 2025” è stata sottoposta dall’Ema a consultazione pubblica tra dicembre 2018 e giugno 2019. Circa 150 persone e organizzazioni hanno inviato i loro commenti sulle priorità future. Lo scopo del workshop di dicembre è discutere l’esito della consultazione, riflettere sulla definizione delle priorità e individuare azioni concrete per attuare gli obiettivi e le raccomandazioni chiave. Il workshop sarà trasmesso in streaming e l’hashtag #RegScience2025 animerà la discussione su Twitter.

Quattro obiettivi

La strategia 2025 di Ema è finalizzata alla promozione di un sistema regolatorio più flessibile che favorisca l’innovazione nello sviluppo di nuovi medicinali. Fra gli obiettivi prioritari, rafforzare l’integrazione tra scienza e tecnologia; indirizzare la produzione di evidenze scientifiche e migliorare la qualità delle valutazioni; promuovere un accesso ai farmaci incentrato sul paziente; affrontare le minacce per la salute emergenti e rafforzare la ricerca e l’innovazione in ambito regolatorio.