Approvazioni Ema di dicembre, ok a un biosimilare e a due generici

Il primo biosimilare è adalimumab per il trattamento per alcune forme infiammatorie e disordini autoimmuni. Per i generici, invece, arriva l'ok per azacitidina e dexmedetomidina

Per le approvazioni Ema di dicembre arrivano due via libera per un biosimilare e due generici. In totale questo mese il Chmp ha dato parere positivo a cinque nuove molecole.

Biosimilare e generici

Il primo biosimilare è adalimumab per il trattamento per alcune forme infiammatorie e disordini autoimmuni. Per i generici, invece, arriva l’ok per azacitidina per il trattamento la sindrome da mielodisplasia, leucemia melomonocitica cronica e leucemia mieloide acuta e dexmedetomidina per la sedazione negli adulti.

Altri due pareri positivi

Semaforo verde anche per brolocizumab per il trattamento neovascolare a seguito di degenerazione maculare e per l’associazione imipenem/cilastatin/relebactam contro le infezioni dovue all’organismo aerobico Gram negativo negli adulti con limitate opzioni di trattamento.

Tempo di bilanci

Questo è stato l’ultimo incontro dell’anno. Stando così le cose è possibile fare un bilancio del 2019 per quanto riguarda i pareri positivi del Comitato per i medicinali a uso umano. In totale sono stati dati 66 via libera contro i 5 pareri negativi. Sono stati poi 60 i medicinali che hanno visto un’estensione delle indicazioni terapeutiche.