Decreto milleproroghe: cosa prevede per sanità e ricerca

Il testo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre. Novità per sperimentazione animale, precari di Irccs e Istituti zooprofilattici e concorsi Aifa. Più fondi per il trattamento accessorio di medici e dirigenti Ssn

milleproroghe

“I nostri medici e professionisti sanitari devono essere valorizzati al meglio. In tanti scelgono purtroppo di andare all’estero. Per contrastare questo esodo, e per motivare i nostri camici bianchi, nel decreto ‘Milleproroghe’ abbiamo ottenuto il via libera ai fondi accessori (Ria) e nuovi percorsi di stabilizzazione per i ricercatori degli Irccs e degli Izs”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, commenta il decreto Milleproroghe pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre. “Ora questi fondi – spiega il ministro – potranno essere utilizzati per i nostri medici, veterinari, dirigenti sanitari e dirigenti delle professioni sanitarie, per migliorare la carriera dei più giovani e per retribuire meglio le condizioni di disagio lavorativo. Anche così rendiamo più forte il Servizio Sanitario Nazionale e tuteliamo la salute di tutti”.

Più fondi

Il decreto mette sul piatto nuove risorse per il trattamento accessorio della dirigenza medica, sanitaria, veterinaria e delle professioni sanitarie: 14 milioni in più all’anno dal 2020 al 2025 e 18 milioni all’anno a partire dal 2026.

Precari Irccs e Izs

Per quanto riguarda i precari degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) e degli Istituti zooprofilattici sperimentali (Izs), il Milleproroghe prevede novitù per la stabilizzazione: chi ha maturato (al 31 dicembre 2019 e fatti salvi i requisiti maturati al 31 dicembre 2017), un’anzianità di servizio di almeno tre anni negli ultimi sette (e non più cinque) può essere assunto con un contratto di lavoro a tempo determinato.

Sperimentazione animale

Ancora una proroga, stavolta al primo gennaio 2021, per le norme sulla sperimentazione animale. Si tratta di una moratoria alle norme italiane (legge 26 del 2014) più restrittive rispetto alla normativa europea. Viene rinviato quindi lo stop a nuovi progetti di ricerca su sostanze d’abuso. Contestualmente, il Milleproroghe destina un milione di euro all’anno per il triennio 2020-2022 alla ricerca di approcci alternativi alla sperimentazione animale. Il 20% di questi fondi andrà alle Regioni e l’80% agli Izs.

Concorsi Aifa

Sono prorogati al 31 dicembre 2020 i termini per l’avvio da parte dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) delle procedure concorsuali per dirigenti sanitari biologici e per completare il reclutamento di dieci dirigenti amministrativi di seconda fascia.

Acquisti centralizzati

Viene prorogata una misura della Finanziaria 2010 che prevede il riparto della quota premiale per le Regioni che hanno istituito una centrale regionale per gli acquisti e l’aggiudicazione di procedure di gara per l’approvvigionamento di beni e servii per un volume annuo non inferiore a un determinato importo. Questo possibilità viene estesa anche agli anni 2019 e 2020.

Altre misure

In materia di sanità il Milleproroghe prevede anche una misura relativa alle idoneità dei medici operanti nelle reti delle cure palliative e una proroga al 30 giugno 2020 del termine per l’iscrizione all’elenco speciale delle professioni sanitarie istituite dalle legge 3/2018.