Covid-19, la Regione Marche sospende l’informazione scientifica fino al 30 aprile

Il documento della Giunta regionale indica che la sospensione è relativa alle attività informativa di farmaci e di dispositivi medici che non rivestono carattere d’urgenza correlata alla sicurezza d’uso di specifici prodotti

Dopo lo scontro Regione Marche-Governo sulla chiusura delle scuole, la Giunta di Luca Ceriscioli prende un’altra iniziativa e decide di bloccare fino a fine aprile le attività di informazione e promozione di informazione nelle strutture del Ssr e negli ambulatori dei Mmg e Pls.

La decisione

“Al fine di prevenire la diffusione del Coronavirus (Covid-19) nel territorio della nostra Regione – si legge nella delibera – si dispone la sospensione delle attività di informazione scientifica dei farmaci e dei dispositivi medici che non rivestono carattere d’urgenza correlata alla sicurezza d’uso di specifici prodotti, in prima istanza fino al 30 aprile 2020”.

La sicurezza dei professionisti sanitari

“La motivazione principale, oltre a quella generale prevista dai provvedimenti in atto per limitare l’accesso nelle aree dedicate all’assistenza a coloro che ne hanno assoluta necessità – continua il documento – è correlata al prevedibile ed inevitabile aumento delle attività di cura e informazione cui sono sottoposti tutti i professionisti sanitari. Si invitano le Ssll a inviare la presente a tutti gli operatori sanitari compresi i Mmg, Pls, medici specialisti convenzionati e le strutture sanitarie ‘private'”.