35 vaccini candidati contro la Covid-19

Qualche settimana fa erano una decina in meno. Il costo medio di un vaccino è di circa 900 milioni secondo Vaccines Europe, ma un nuovo antivirale potrebbe arrivare a costare in termini di sperimentazione anche due miliardi di euro

Covid-19

Ci sarebbero 35 i vaccini candidati contro la Covid-19 in tutto il mondo. Qualche settimana fa erano dieci in meno. Tuttavia molti studi sono ancora in fase preclinica e i dettagli sono ancora poco chiari. La corsa all’oro del 2020, comunque, è contrassegnata anche a colpi mediatici piuttosto rilevanti dato che sempre più aziende annunciano lavori sul vaccino contro il nuovo coronavirus o, come nel caso dell’azienda americana Moderna (una delle prima ad essersi messa al lavoro) di essere vicino alla soluzione.

Il costo di un vaccino

Ci sono 14 società attive nella sperimentazione dei vaccini senza contare i prodotti che sono già esistenti che vengono testati contro il nuovo coronavirus. I costi sono elevati. Sono 900 i milioni che servono di media per lo sviluppo di un vaccino (almeno stando ai dati di Vaccines Europe). Se poi si parla di un antivirale ex novo si potrebbe arrivare a due miliardi di euro.

Le aziende

A lavorare alacremente a una soluzione contro il virus che sta contagiando mezzo mondo ci sono, tra le tante, Moderna, Inovio, Gsk, Gilead, J&J, Regeneron, Sanofi, Takeda e Vir. La maggior parte di queste sono ancora in fase preclinica. Gilead sta puntando tutto su remdesivir pensato per l’ebola, mentre Gsk sta lavorando su un adiuvante. Intanto dalla Cina arriva la notizia che è stato approvato tocilizumab di Roche come arma aggiuntiva contro i contagi da nuovo coronavirus. Buone notizie pare, arrivano anche dall’Istituto Migal di Tel Aviv in Israele. I ricercatori hanno riferito che ci sono sensazioni positive riguardo lo studio sul vaccino contro l’Ibv (virus della bronchite infettiva), una malattia che colpisce il pollame, la cui efficacia è stata dimostrata in recenti studi preclinici.