Covid-19, parte la campagna social di Assogenerici e Cittadinanzattiva

L'iniziativa in comune, che durerà fino ad aprile, prevede la diffusione su Twitter e Facebook di videomessaggi in undici lingue per rafforzare il concetto #restiamoacasa già ampiamente diffuso dalle istituzioni governative

Healthcare
Assogenerici, in collaborazione con Cittadinanzattiva, ha lanciato questa mattina la campagna social “Perché nessuno resti escluso” con l’obiettivo di fornire a tutte le comunità presenti nel nostro Paese informazioni in lingua madre su come evitare comportamenti pericolosi e quindi contribuire allo stop alla diffusione del coronavirus.
.
La campagna – contrassegnata dagli hashtag #iorestoacasa #stopcovid19 – proseguirà almeno fino a fine aprile e vedrà coinvolta prevalentemente la piattaforma Facebook e Twitter.
.

Undici lingue

La campagna sarà declinata grazie a un video in 11 lingue: inglese, francese, spagnolo, portoghese (brasiliano), rumeno, arabo, russo, filippino, punjabi (India e Pakistan), hindi (India) e bengalese. Il messaggio trasmesso sarà “Restiamo a casa, facciamo la nostra parte.” I video riassumeranno le indicazioni essenziali diffuse in questi giorni su come difendersi dall’epidemia: dal lavaggio delle mani, alla distanza di sicurezza ai numeri d’emergenza da chiamare in caso di necessità.
.

Superare l’emergenza e battere le fake news

“In un momento tanto difficile per il Paese ci è parso giusto diffondere informazioni sui comportamenti corretti per sconfiggere questa emergenza anche alle persone che non conoscono bene la lingua italiana e che possono avere contatti carenti con i servizi di assistenza sanitaria”, ha spiegato Enrique Häusermann, presidente Assogenerici. “In un momento come questo – ha dichiarato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva – tutte le iniziative volte a sostenere le azioni legate al #iorestoacasa sono fondamentali per cercare di contribuire attivamente allo stop alla diffusione del coronavirus. La campagna di Assogenerici, a cui abbiamo immediatamente aderito, va esattamente in questo senso, aiutando anche i cittadini, presenti sul nostro territorio, che possano avere ancora difficoltà linguistiche”.