Covid-19, Xiaomi dona migliaia di mascherine alla protezione civile della Lombardia

Non potevamo esimerci dal dare il nostro contributo”, afferma Chew Shou Zi, presidente di Xiaomi. “Forniremo presto altre forniture mediche, tra cui mascherine, termometri digitali a infrarossi e indumenti protettivi”

Covid-19

Il colosso cinese Xiaomi a fianco delle regione Lombardi nella lotta a Covid-19. Dopo un primo lotto di mascherine arrivate in Italia 15 giorni fa, in arrivo, da parte del gruppo cinese, una nuova donazione di migliaia di mascherine che andranno a sostegno della Protezione Civile della Regione Lombardia e ad alcuni clienti e partner di Xiaomi.

Covid-19, l’iniziativa

La Regione Lombardia è attualmente l’area più colpita dall’epidemia di coronavirus: i numeri giornalieri, infatti, mostrano purtroppo una crescita costante dei contagi. Per aiutare a fronteggiare questo momento di forte difficoltà, Xiaomi – si legge in un comunicato diffuso dalla società – ha deciso di destinare un altro carico di mascherine protettive.

In arrivo altre forniture

Il senso di appartenenza alla comunità italiana, fanno sapere i vertici del gruppo, ha spinto Xiaomi a offrire il proprio sostegno nel fronteggiare la carenza di materiale sanitario, e ad aiutare così il contenimento della propagazione del virus.

“I nostri pensieri sono rivolti all’epidemia di Covid-19 che ha colpito l’Italia e in modo particolare le regioni del Nord, quindi non potevamo esimerci dal rinnovare il nostro contributo”, afferma Chew Shou Zi, CFO and President of International Xiaomi Corporation. “Forniremo presto altre forniture mediche, tra cui mascherine, termometri digitali a infrarossi e indumenti protettivi”.