Farmaceutica italiana: da 13 aziende sostegno ai medici di famiglia

Le “Fab13”, industrie a capitale italiano aderenti a Farmindustria, aderiscono alla raccolta fondi Fimmg-Cittadinanzattiva per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Stanziati tre milioni di euro

farmaceutica italiana

La farmaceutica italiana si schiera al fianco dei medici di famiglia impegnati nella lotta contro la pandemia Covid-19. Le Fab13, ovvero le aziende a capitale italiano associate a Farmindustria, aderiscono alla raccolta fondi lanciata da Fimmg (Federazione medici di medicina generale) e Cittadinanzattiva – con il supporto della stessa Farmindustria – per reperire e distribuire dispositivi di protezione individuale ai camici bianchi sul territorio.  E stanziano, tra risorse finanziarie e beni strumentali, una somma complessiva di tre milioni di euro.

Farmaceutica italiana: le Fab13

Queste le 13 aziende: Abiogen Pharma, Alfasigma, Angelini, Chiesi, Dompè, I.B.N Savio, Italfarmaco, Kedrion, Neopharmed Gentili, Menarini, Molteni, Recordati e Zambon. In una nota spiegano di “voler testimoniare la vicinanza ai medici di base, che sono liberi professionisti convenzionati con il Servizio sanitario sazionale e sono la prima linea necessaria a contenere e selezionare i processi di ospedalizzazione”.

Un “grazie” ai dipendenti

Le aziende a capitale italiano occupano in ricerca e produzione 42 mila addetti. “Cogliamo l’occasione per ringraziare i dipendenti delle aziende farmaceutiche, che con enormi sacrifici stanno continuando a produrre i farmaci e i presidi per assicurare i fabbisogni sanitari della popolazione”, concludono le Fab13.